Ai campioni del “Beppe Viola” l’applauso di Bergamo

Nell'immediato prepartita del match col Pescara, lo stadio Atleti Azzurri d'Italia ha applaudito l’Atalanta Under 17 vittoriosa la scorsa settimana al torneo internazionale di Arco

20 marzo 2017

Dagli applausi del Comunale di Arco all’ovazione dell’Atleti Azzurri d’Italia, a Bergamo. Un altro giorno di gloria per la formazione Under 17 dell’Atalanta, fresca vincitrice del 46° Trofeo Beppe Viola, che la società ha deciso di premiare nell’immediato prepartita di Atalanta-Pescara di Serie A, giocata domenica 19 marzo.

Poco prima dell’inizio del match, concluso il riscaldamento delle squadre di Gasperini e Zeman, i giovani trionfatori di Arco (1-0 in finale al Partizan) hanno guadagnato il centro della scena – o meglio, del campo – esibendo il trofeo vinto per il secondo anno consecutivo e per la quinta volta nelle ultime dodici edizioni. Era già accaduto nel 2016 quando, dopo il successo in finale sul ChievoVerona, l’Atalanta aveva dato il giusto risalto alla vittoria dei classe ’99 al Trofeo Beppe Viola con una iniziativa analoga. Stavolta è toccato ai “2000”, dal portiere Sergej Luca Piccirillo (protagonista contro il Partizan con un rigore parato) al capitano Enrico Bulgarella, dal match-winner della finale Gabriele Fanti al talentuoso numero 10 Dejan Kulusevski, fino agli altri protagonisti del bis.

Sicuramente per i ragazzi è stata una bella esperienza poter festeggiare la vittoria di un torneo così importante in un contesto come lo stadio di Bergamo. E’ anche un segnale da parte della società che ha voluto questa iniziativa – il commento di Massimo Brambilla, allenatore della squadra Under 17 campione d’Italia – a ulteriore dimostrazione di quanto sia attenta a tutto il lavoro del settore giovanile e di quanto sia importante questo torneo. Per i ragazzi è sicuramente una bella vetrina. Mi ricordo che una cosa del genere era stata fatta anche in occasione della vittoria dell’anno scorso e per i ragazzi era stata un’esperienza positiva”.