Atalanta, che fatica per domare il Bologna

Nerazzurri lanciatissimi nel girone B. La Juve riduce le distanze dal Torino, la Roma ne fa quattro a Pescara. Inter e Genoa vincono i rispettivi derby

05 febbraio 2018

La Juventus che continua a soffrire, anche se guadagna 2 punti sul Toro, il Genoa che vince il derby del sorpasso, l’Atalanta che non si concede tregua, l’Inter che fa sua la stracittadina e la Roma che s’impone gigioneggiando a Pescara, potrebbero essere i titoli della 17^ giornata – la quarta del ritorno – del campionato italiano Under 17 di A e B.

C’è voluto un guizzo in extremis di Di Francesco, l’attaccante appena giunto in prestito dall’Ascoli e alla sua prima in bianconero, per consentire ai bianconeri di Francesco Pedone di tornare nuovamente a fare bottino pieno. Se è vera gloria, però, sarà la Fiorentina, ospite domenica a Vinovo, a dirlo. Fiorentina che ha stoppato la corsa di un Toro in salute sceso in Toscana per vendicare l’immeritata sconfitta dell’andata.  I granata, però, sono stati costretti a rincorrere i viola, in vantaggio con Servillo, per poi aggiustare le cose con il solito Moreo. Sotto la Lanterna, invece, il Genoa, grazie al fulmineo gol di Di Bella, è riuscito a vendicare la sconfitta dell’andata con la Samp, in un derby troppo sentito per pretendere anche il bel gioco. Di Paroutis e Brunozzi le firme del pari (1 – 1) tra Novara ed Entella, mentre di ben altro spessore spettacolare è  stato il 2 – 2 tra Empoli e Pro Vercelli. Ospiti in vantaggio per primi con Erradi (11′), padroni di casa che rovesciano la situazione ancora nel primo tempo con Zefi e Bertolini (14′ e 34′) e piemontesi che, con una intuizione di Danovaro, agguantano il definitivo pareggio a 10′ dal termine. Il Parma, invece, non si ritrova più e spalanca le porte anche alla Cremonese che, con una doppietta di Rapisarda, non ha faticato molto a rimontare il gol iniziale di Mauro.

Nel Girone B l’Atalanta si conferma il solito rullo compressore, anche se quella vista all’opera con il Bologna era forse la sua brutta copia. I ragazzi di Giovanni Bosi, infatti, pur contro una squadra che difficilmente perde il filo del discorso, si sono limitati ad una partita di controllo specialmente dopo che Cortinovis, dal dischetto, aveva raddoppiato l’iniziale gol di Kobacki. I felsinei hanno poi dimezzato le distanze con Rabbi ma ogni ulteriore tentativo di impensierire la Dea si è infranto contro una difesa senza sbavature. L’eroe di giornata è stato comunque il trequartista dell’Inter Kevin Rossi che, quando vede rossonero, sembra esaltarsi. Suo il primo gol della vittoria nerazzurra all’andata, suo ieri il contropiede vincente, su lancio di Fonseca, che ha steso il Milan. Salutari successi per le due veronesi: l’Hellas non ha avuto pietà del malcapitato Cittadella (doppietta di Caon e gol di Brandi), mentre il Chievo è andato addirittura ad espugnare il campo  della bizzarra Lazio con un netto 2 – 0 maturato interamente nella ripresa grazie ai centri di Enyan e di Pietro Rovaglia. Pinna e Contini confezionano il 2 – 0 con il quale il Cagliari ha espugnato il terreno del Brescia, mentre l’Udinese, pure vittoriosa in trasferta, ha sbancato Ferrara con una doppietta di Lirussi al quale la Spal ha saputo opporre solo il gol di Cuellar. Tre Manara, due Zabre, uno a testa Fatinelli e Sami: la somma è 7, tanto quante le reti che il Cesena ha rifilato ad un sempre più imbarazzante Venezia in una partita che non merita commenti.

La capolista Roma – siamo al Girone C – ha rischiato di complicarsi la vita sul campo di un Pescara che, sulla carta, non doveva impensierirla. Dopo aver incassato il grazioso regalo degli abruzzesi sotto forma di un autogol proprio all’avvio, però, i giovani giallorossi sono rimasti in campo fino al raddoppio di Greco. Poi si sono messi a giochicchiare consentendo ai padroni di casa di pareggiare con Napoletano e Afri a cavallo dei due tempi. Qualche minuto di comprensibile sbandamento fino a quando Bamba e lo stesso Greco davano al risultato proporzioni più consone al divario delle forze in campo. Alle spalle della Roma, comunque, non molla il Benevento che, con una doppietta di Dublino ed un gol di Peluso, ha sbancato Bari confermandosi la seconda forza del campionato. Il centro di Merola al 12′ della ripresa ha consentito al Frosinone di violare il terreno del Foggia e di riprendere la corsa tallonando la coppia Ascoli e Napoli reduci comunque da una domenica piena di soddisfazioni (e di punti). I bianconeri sono passati sul non facile campo della Salernitana (1 – 0 con gol di Lenoci), gli azzurri non hanno dato scampo al Palermo. Ha aperto le danze Guadagni, imitato nella ripresa da Caiazzo e Sgarbi. Solo nel finale Correnti ha reso meno umiliante il verdetto. Nulla di fatto tra Ternana e Perugia, mentre il fanalino di coda Avellino sembra aver messo il turbo. Dopo aver violato il campo del Frosinone, si è ripetuto con il Crotone. Di Antignano, De Luca e Migliaccio i tre gol che hanno rispedito a casa a mani vuote i calabresi.

I RISULTATI (17^ giornata – 4^ di ritorno)

GIRONE A: Spezia – Carpi 1 – 1, Parma – Cremonese 1 – 2, Sampdoria – Genoa 0 – 1, Empoli – Pro Vercelli 2 – 2, Juventus – Sassuolo 1 – 0, Fiorentina – Torino 1 – 1, Novara – Virtus Entella 1 – 1.

Classifica: Torino 41, Juventus 36, Genoa 32, Sampdoria 31, Fiorentina 30, Novara 29, Cremonese 25, Sassuolo 20, Virtus Entella 19, Empoli 18, Carpi 16, Spezia 15, Carpi e Pro Vercelli 9.

GIRONE B: Atalanta – Bologna 2 – 1, Brescia – Cagliari 0 – 2, Cesena – Venezia 7 – 0, Hellas Verona – Cittadella 3 – 0, Inter – Milan 1 – 0, Lazio  – Chievo Verona 0 – 2, Spal – Udinese 1 – 2.

Classifica: *Atalanta 45, Inter 38, Cesena 35, *Milan e Cagliari 31, Udinese 29, Bologna e Chievo Verona 28, Hellas Verona 18, Lazio 17, Cittadella 12, Brescia 10, Spal 7, Venezia 3.

*) una partita in meno

GIRONE C: Avellino – Crotone 3 – 2, Bari – Benevento 1 – 3, Delfino Pescara – Roma 2 – 4, Foggia – Frosinone 0 – 1, Napoli – Città di Palermo 3 – 1, Salernitana – Ascoli Picchio 0 – 1, Ternana – Perugia 0 – 0.

Classifica: Roma 41, Benevento 35, Ascoli Picchio e Napoli 31, Frosinone 30, Perugia 25, Città di Palermo e Crotone 23, Salernitana 22, Bari 19, Ternana 16, Foggia e Delfino Pescara 13, Avellino 12.

Nello Morandi

Photo credits: Fabio Galas