Brindisi di Natale col "brivido" per la Juve

I bianconeri vincono 4-3 a Livorno e vanno a -2 dall'Empoli. Negli altri due gironi comandano sempre Inter e Roma

17 dicembre 2018

L’ultima giornata del girone di andata (il campionato, dopo aver festeggiato il Natale, riprenderà il 13 gennaio) ci consente già di fare delle solide previsioni per quanto riguarda la complessa fase finale del Campionato Italiano Under 17 di A e B. Inter e Atalanta (Girone B), Roma e Napoli (Girone C) sono pressoché certe, a meno di imprevedibili sconquassi, dell’accesso diretto alla seconda fase dei play off (che non è uno scherzo, dopo una stagione così lunga). Nel Girone A, invece, nemmeno un indovino riuscirebbe ad individuare le due favorite tra il drappello delle 7-8 squadre di testa, dal rendimento altalenante, che ogni domenica pare si divertano a sovvertire i pronostici.

Per lunghi tratti dell’andata una delle due candidate sembrava poter essere la Juventus, anche se poi la squadra di Pedone è incappata in sconfitte inattese e, soprattutto, sembra essere vittima, anche quando non lascia punti sul suo cammino, di pericolose amnesie. Anche sabato, nell’anticipo di Livorno, i giovani bianconeri si sono impegnati nel resuscitare un avversario – tra l’altro non di grande lignaggio – che a metà ripresa sembrava spacciato. Sterrantino sbloccava subito il risultato e poi, al 35′, replicava al momentaneo pareggio del toscano Capriglione. Nella ripresa bomber Lipari (23′) firmava il 3 – 1. Punteggio che per altre realtà significa risultato in banca, non per l’allegra compagnia bianconera che, tra il 25′ e il 35′, incassava la doppietta di Milani (il primo gol dal dischetto) e quindi era costretta a ricorrere ad una prodezza di Lipari – esercizio che non sempre riesce – per portare a casa, in pieno recupero, i 3 punti e con una delle ultime della classe. Come dire che saranno vacanze di lavoro per l’allenatore bianconero. Pari nel big match tra Genoa e Empoli con emozioni soprattutto nella ripresa con il botta e risposta tra il grifoncino Rancati e il toscano Arapi, mentre la Fiorentina ne ha approfittato per incassare l’intera posta a Carpi lanciata, tra l’altro, da un autogol di Lombardo. Di Frison il suggello viola. Il Torino, invece, dopo una emozionante altalena di gol, è riuscito ad avere la meglio sulla Lazio che chiudeva il primo tempo in vantaggio di un gol siglato da Vignes. Nella ripresa i padroni di casa granata rovesciavano il risultato con Peirano (12′) e Tordini (34′), ma la Lazio, con Moschin riagguantava il pari in pieno recupero. Finita? Nemmeno per sogno, perché al 49′ era il torinista Ferrante a trovare il pertugio per il 3 – 2 finale.

Goleada della Samp nel derby con lo Spezia, con doppietta del nazionale Trimboli, imitato da Marrale e D’Addabbo (di Bachini la rete spezzina), mentre il redivivo Parma con Spaccaferro e Romano è andato a vincere in rimonta a sul campo della Cremonese, reduce dalla vittoria di Empoli e passata in vantaggio con Bertazzoli.

Nel Girone B una parata di nazionali per il rotondo 4 – 1 dell’Inter capolista sul mai facile Bologna. Doppietta (uno su rigore) del bomber Esposito e reti di Oristanio e Boscolo Chio. Di Rocchi il gol della bandiera felsineo. Beneauguranti suuccessi delle veronesi, con il Chievo che s’impone alla Spal (2-1) e l’Hellas di misura sul campo di un rigenerato Venezia, mentre il Milan vince a Udine (3-1, Cattaneo, Colmbo e Cudjoe) sperando di non aver ancora perso il treno dei play off.

Basta un gol di Repa per consentire all’Atalanta di espugnare Padova e tenere il passo, seppure a distanza, dei nerazzurri milanesi, mentre l’altra padovana, il Cittadella, lascia la Sardegna con il cruccio di non essere riuscita ad opporsi all’unico gol cagliaritano di Desogus segnato quasi in avvio.

Solita goleada della Roma nel Girone C. La vittima di turno, stavolta, è il Cosenza che, pur contando sul fattore campo, non riesce a contenere la straripante vena realizzativa dei lupacchiotti. Di Agostinelli, Cancellieri e Milanese le reti nel primo tempo, di Bove, Tripi e Tueto Foto quelle nella ripresa, intervallate dall’unico centro dei calabresi con Belcastro.

Una doppietta di Autieri, un rigore di Garofalo e un gol di Romanelli consentono al Benevento di rafforzare, con l’Ascoli, il ruolo di terza forza del Girone, mentre è un’altro doppietta, quella di Piazza, a tenere in corsa il Palermo contro un Pescara assai ambizioso. Il Napoli, invece, non riesce ad andare al di là dello 0 – 0 nel derby con la Salernitana e ora vede la Roma scappare, mentre Frosinone – Perugia, complice un campaccio, è stata rinviata.

Ed ora spazio a brindisi e panettoni, anche se metà della vacanza che sta per iniziare è già destinata al loro smaltimento.

I RISULTATI

GIRONE A: Carpi – Fiorentina 1 – 2, Cremonese – Parma 1 – 2, Genoa – Empoli 1 – 1, Livorno – Juventus 3 – 4, Sampdoria – Spezia 4 – 1, Torino – Lazio 3 – 2. Ha riposato il Sassuolo.

Classifica: Empoli 26, Fiorentina e Juventus 24, Genoa 23, Torino 22, Sassuolo 21, Sampdoria e Lazio 19, Cremonese 14, Parma 12, Carpi e Livorno 6, Spezia 5.

GIRONE B: Cagliari – Cittadella 1 – 0, Padova – Atalanta 0 – 1, Chievo Verona – Spal 2 – 1, Inter – Bologna 4 – 1, Udinese – Milan 1 – 3, Venezia – Hellas Verona 0 – 1 Ha riposato il Brescia.

Classifica: Inter 32, Atalanta 27, Bologna 23, Brescia 22, Milan 20, Hellas Verona 19, Spal 17, Cagliari 16, Chievo Verona 15, Venezia 11, Udinese 7, Cittadella 6, Padova 2.

GIRONE C: Benevento – Ascoli Picchio 4 – 1, Città di Palermo – Delfino Pescara 2 – 1, Cosenza – Roma 1 – 6, Foggia – Lecce 2 – 1, Frosinone – Perugia rinv., Napoli -Salernitana 0 – 0. Ha riposato il Crotone.

Classifica (* una partita in meno): Roma 33, Napoli 30, Benevento 20, Città di Palermo 18, Ascoli Picchio 17, *Perugia 16, Delfino Pescara 14, *Frosinone e Salernitana 12, Crotone e Cosenza 11, Foggia 10, Lecce 9.

Nello Morandi

Foto d’archivio (credits Fabio Galas)