Roma superstar: cinquina al Napoli

Nel campionato Under 17, i giallorossi vincono 5-1 in rimonta e guidano il girone C con Benevento e Crotone. Atalanta capolista solitaria nel girone B, la Fiorentina appaia le torinesi nel girone A

18 settembre 2017

Il derby del sud (o forse, vista la natura del girone, bisognerebbe dire il derby dei derby del sud) ha parlato chiaro. Era la partita più fascinosa dei tre gironi del campionato italiano Under 17 di A e B e si è risolta in un vero e proprio trionfo della Roma che ha rifilato ben 5 gol al malcapitato Napoli.

Per il resto una giornata con poche sorprese e molte conferme.

Nel Girone A, per esempio, Torino, Fiorentina e Juventus si dividono la vetta della classifica dopo essere andate a conquistare tre preziosi punti in trasferta. I granata sono riusciti ad espugnare il difficile campo del Sassuolo con un gol di Savino a inizio ripresa, la Viola ha preso a pallate i pari età della Cremonese con una doppietta di Buffa e i gol di Di Caterino e Ponsi, mentre i bianconeri hanno vinto in rimonta a Carpi. Sotto per un gol di Nocerino, i ragazzi di Francesco Pedone hanno trovato il pari con Petrelli e poi hanno preso il largo nella ripresa andando a rete con lo stesso Petrelli imitato poco dopo da Pinelli.

La partita più spettacolare, comunque, si è giocata sul campo della Sampdoria dove il Novara, grazie alla vena di Zunno era in vantaggio per 3 reti a 0 fino a qualche minuto dopo la mezz’ora della ripresa. Il giovane bomber piemontese aveva sbloccato il risultato al 17′ del primo tempo e, 20minuti dopo, aveva raddoppiato trovando il terzo gol di questa sua straordinaria partita al 23′ della ripresa. Fatta? Macché. Forse il Novara si è sentito a cavallo, o forse si è svegliata la Samp, tant’è che i blucerchiati con Maglie (33′), Canovi (39′) e Orlando (42′) hanno dato vita ad una clamorosa rimonta. Alla Pro Vercelli è servito un rigore trasformato da Colombo per pareggiare la partita casalinga che la vedeva opposta allo Spezia. Ai liguri non è bastato essere passati due volte in vantaggio con Pisani (pari di Colombo) e Bertacca. Krasniqi, infine, ha deciso in favore del Genoa il match con un Empoli che sembrava destinato a salvare la pelle.

Nel girone B spiccano le sonanti vittorie di Milan (con la Lazio), Inter e Cesena (in trasferta a Venezia e Verona), ma è stata l’Atalanta, forse, a cogliere il successo più significativo sul campo di un Cagliari che, in settimana, aveva rifilato 5 gol ad una Lazio decimata dall’influenza (16 giocatori a letto con la febbre). Gli isolani, infatti, avevano chiuso il primo tempo in vantaggio grazie ad un gol di Dore, ma nella ripresa hanno dovuto lasciar strada ai bergamaschi che hanno pareggiato su rigore con Kicki e colto poi il successo con Okoli.

Quasi una formalità la trasferta in Laguna dei giovani nerazzurri di Zanchetta, a segno con Brigati, Fonseca e Squizzato, sorprendente, soprattutto nelle proporzioni, la sconfitta interna dell’Hellas Verona contro il volitivo Cesena (in gol Zabre e 2 volte Manara), mentre il Milan, nel suo franco successo sulla Lazio, ha festeggiato il primo gol in categoria di Daniel Maldini, il più giovane dei figli di Paolo. Rosso e Benincasa hanno dato la vittoria al Bologna nel derby con la Spal, mentre sull’1-1, e senza molta storia, sono terminati i match di Cittadella (col Brescia) e di Udine (col Chievo). Anche se le squadre ospiti erano riuscite a portarsi in vantaggio.

Nel girone C goleada della Roma che ha rimandato a casa il Napoli di Chianese con 5 gol sul groppone. Eppure i partenopei erano riusciti a portarsi in vantaggio con un calcio di rigore trasformato da Labriola. I ragazzi di Toti faticavano a ritrovare il bandolo della matassa e solo al 32′ raccoglievano con Barbarossa il frutto della loro pressione. Nella ripresa altra musica: ad aprire le danze era lo stesso Barbarossa, poi imitato da Bamba, Simonetti e Silipo. Un trionfo. E’ finita in goleada anche ad Ascoli (5 – 2 alla Ternana) e, anche in questo caso, gli ospiti (con Di Patrizio) erano riusciti a passare per primi. I piceni si scatenavano e pareggiavano con Geca per poi prendere il largo con una doppietta di Vitale e infine con i gol di Iastinacelli e Nicolai. Calagna, nel finale, salvava l’onore degli umbri. Secondo successo anche per Benevento e Crotone: i ragazzi di Bovienzo si imponevano di misura al Delfino Pescara (ha deciso De Siena al 34′ della ripresa), mentre i calabresi con Rodio e Panza hanno rimontato l’iniziale vantaggio del Frosinone con Altobello. Più difficile del previsto il successo del Palermo sull’Avellino che, in vantaggio con Garofalo, è stato costretto a capitolare solo nel finale di match grazie ai gol di Prestigiacomo (35′) e Correnti (40′). Il Foggia ha riscattato a Perugia la sconfitta interna con la Roma all’esordio. Sotto per un gol di Amatucci, i pugliesi si sono scatenati da metà ripresa in poi con una doppietta di Rosi e una rete di Graziano. All’insegna delle rimonte anche il pareggio tra Bari e Salernitana. Primo tempo tutto per i padroni di casa andati al riposo sul 2 – 0 (Pinto e Alba), ripresa per i campani che coglievano il pari grazie ad una doppietta di Iannone.

I RISULTATI (2^ giornata)

GIRONE A: Carpi – Juventus 1 – 3, Cremonese – Fiorentina 1 – 4, Genoa – Empoli 1 – 0, Pro Vercelli – Spezia 2 – 2, Sampdoria – Novara 3 – 3, Sassuolo – Torino 0 – 1, Virtus Entella – Parma 0 – 1.
Classifica: Torino, Fiorentina, Juventus 6, Sampdoria, Spezia 4, *Parma, *Genoa, Sassuolo 3, Novara, Pro Vercelli, Empoli, Carpi, Cremonese, Virtus Entella 0.

GIRONE B: Bologna – Spal 2 – 0, Cagliari – Atalanta 1 – 2, Cittadella – Brescia 1 – 1, Hellas Verona – Cesena 0 – 3, Milan – Lazio 4 – 1, Udinese – Chievo Verona 1 – 1, Venezia – Inter 0 – 3. (Recupero 1^ giornata: Lazio – Cagliari 1 – 5)
Classifica: Atalanta 6, Cesena, Chievo Verona 4, Cagliari, Hellas Verona, *Inter, *Milan, Bologna 3, Udinese 2, *Cittadella, Brescia 1, Lazio, Venezia, *Spal 0.

GIRONE C: Ascoli Picchio – Ternana 5 – 2, Bari – Salernitana 2 – 2, Benevento – Delfino Pescara 2 – 1, Città di Palermo – Avellino 2 – 1, Crotone – Frosinone 2 – 1, Perugia – Foggia 1 – 3, Roma – Napoli 5 – 1.
Classifica: Roma, Benevento, Crotone 6, *Città di Palermo, Foggia, Perugia, Ascoli Picchio, Napoli 3, Salernitana, Delfino Pescara 1, *Frosinone, Ternana 0.

(*) una partita in meno

Nello Morandi

Photo credits: Piermarco Tacca