Derby senza sorprese: poker della Roma al Napoli

Nella quarta di ritorno l'Inter espugna il campo del Milan, la Juve doma il Torino e il Genoa vince a La Spezia

04 febbraio 2019

I derby di Milano, quello di Torino e quello del Sud, sono stati gli ingredienti principali di una giornata che, peraltro, non ha riservato molte sorprese, se si eccettua forse il pareggio interno che il Bologna ha imposto ad una Atalanta che comincia a farsi piacere il secondo posto alle spalle dell’Inter e quindi il pass per i play off.

Inter, Juventus e Roma erano le favorite dei tre big match (con un punto di domanda, forse, rispetto alle bizzarrie bianconere…) e hanno puntualmente vinto con Milan, Torino e Napoli, avversarie comunque di cartello e quindi da prendere con le molle.

I nerazzurri di Zanchetta, dopo l’inopinata scoppola di domenica con la Spal, hanno ritrovato la giusta determinazione e nella tana del Milan hanno dato vita ad una gara prudente, preferendo agire di rimessa. Rossoneri più intraprendenti, ma è stata l’Inter a sbloccare il risultato nel finale del primo tempo con un gran tiro da fuori di Bonfanti. Il raddoppio al 61′ con un grande assist di Esposito per Pirola che di testa chiudeva la partita. La sentenza è chiara: Inter qualificata come testa di serie per i play off, Milan a caccia di un posto per disputare gli spareggi. Non dovrebbe avere di questi problemi l’Atalanta che, comunque, è stata costretta agli straordinari da un Bologna disinvolto e passato per primo in vantaggio col solito Rocchi. La faticosa rincorsa della Dea è stata coronata da un gran colpo di testa di Sidibe. Nello stesso Girone la Spal (Frignani e Ellertsen in gol) vince lo spareggio col Brescia per i quartieri alti, mentre il Cagliari con Manca fa il compitino col Padova e il Venezia risale dai bassifondi vincendo il derby col Cittadella. Sguotti in gol per i patavini poi Scanferlato e Fossati portano i lagunari a far festa. Sette gol a Udine dove il Chievo, non abituato alle mezze misure, è passato per 4-3.

Mai in discussione – siamo passati al Girone A – il derby tra Juve e Toro, anche se i bianconeri hanno faticato a concretizzare la loro superiorità contro il cuore granata. Infatti la partita è stata sbloccata al 71′ da Lipari, il bomber bianconero, gelido nello sfruttare un grande assist di Abou, mentre il raddoppio, all’86’, è merito di una prodezza balistica di Zanchetta su punizione. Guerrini e Silvestri, nel 2-1 della Fiorentina sul Sassuolo, tengono in vetta i Viola che sopravanzano di un punto la coppia Juve-Genoa, con i grifoni usciti vittoriosi da un non facile derby con lo Spezia. Rancati, Diakhatè e Mirabelli gli autori dei gol dei genoani contro le reti di Romano e Bachini che avevano a lungo tenuto in vita i padroni di casa. Aquino e Trimpoli hanno firmato il perentorio successo della Samp sulla Cremonese, mentre la doppietta di Artistico non basta al Parma per frenare una Lazio che, a questo punto, diventa d’obbligo una candidata agli spareggi. Di Cornacchia, Maras e Russo i gol biancocelesti. Il pareggio (1-1) tra Livorno e Carpi non toglie e aggiunge nulla al campionato mediocre delle due squadre.

A Roma non è successo il miracolo dell’andata quando gli azzurri, vincendo in rimonta, avevano anche conquistato la vetta della classifica. Il ritorno è stato impietoso. I giallorossi che viaggiano ad una media di 6 gol a partita, ne hanno rifilato “solo” 4 a quelli che si possono definire i loro diretti rivali. Il Napoli non è stato mai in partita, visto che ha chiuso il primo tempo sotto di 3 gol (doppietta di Bove  e Bamba) e, solo dopo il 4° gol di Cancellieri, ha trovato la forza di salvare l’onore con  Montaperto. Per il resto, a parte la goleada (6-0) dell’Ascoli su una Salernitana in disarmo (2 Persiani, poi  Nociaro, Olivi e Ambanelli), spicca la vittoria esterna del Benevento, sempre più terzo, a Palermo. Delli Curti, Solimeno e Garofato hanno risposto per i sanniti alla doppiertta di Piazza. Normale amministrazione per il 3 – 1 del Pescara al Foggia (Una doppietta di De Marzo ed un gol di Kirilov hanno risposto alla rete puliese di Samelo), mentre il Perugia (0-0) si è fatto irretire in casa dal Crotone e il Frosinone, con Coccia, Giordani e Morelli, è andato a spadroneggiare in casa del sempre più derelitto Cosenza.

I RISULTATI

GIRONE A: Livorno – Carpi 1 – 1, Sampdoria – Cremonese 2 – 0, Spezia – Genoa 2 – 3, Parma -Lazio 2 – 3, Fiorentina – Sassuolo 2 – 1, Juventus – Torino 2 – 0. Ha riposato l’Empoli

Classifica (*una partita in meno): Fiorentina 34, Juventus e Genoa 33, *Empoli 28, *Sampdoria e *Lazio 26, Sassuolo 25, Torino 23, Parma 16, Cremonese 14, Carpi 11, *Livorno 10, Spezia 8

GIRONE B: Atalanta – Bologna 1 – 1, Spal – Brescia 2 – 0, Cagliari – Padova 1 – 0, Udinese – Chievo Verona 3 – 4, Milan – Inter 0 – 2, Cittadella – Venezia 1 – 2. Ha riposato l’Hellas Verona

Classifica (*una partita in meno): Inter 41, Atalanta 34, Spal e Milan 29, *Hellas Verona e Bologna 25, Brescia 23, *Cagliari 22, Chievo Verona 19, Venezia 14, *Udinese e Cittadella 10, Padova 5.

GIRONE C: Città di Palermo – Benevento 2 – 3, Perugia – Crotone 0 – 0, Delfino Pescara – Foggia 3 – 1, Cosenza – Frosinone 0 – 3, Roma – Napoli 4 – 1, Ascoli Picchio – Salernitana 6 – 0. Ha riposato il Lecce.

Classifica (*una partita in meno): Roma 45, Napoli 37, Benevento 26, Ascoli Picchio e Delfino Pescara 23, Frosinone e *Città di Palermo 21, Perugia 19, Crotone 18, *Cosenza 14, *Salernitana e *Lecce 13, Foggia 11.

Nello Morandi

Foto: la Roma in azione al Trofeo Beppe Viola (Credits Piermarco Tacca)