È il Partizan la novità del Trofeo Beppe Viola 2017

La formazione serba tra le 16 squadre ammesse alla 46.sima edizione del torneo Under 17 di Arco (9-14 Marzo)

25 febbraio 2017

Si avvicina uno dei momenti di maggiore interesse dell’intera stagione calcistica giovanile, l’appuntamento che rappresenta ormai una tradizione del calcio italiano e internazionale. Dal 9 al 14 marzo 2017 è in programma la 46ª edizione del Trofeo Beppe Viola, torneo internazionale Under 17 dedicato alla memoria dell’inviato della Rai prematuramente scomparso nel 1982.

Nella splendida location di Arco e del Garda Trentino la manifestazione coinvolge le migliori squadre e i migliori talenti della categoria Allievi, vale a dire il calcio di domani. In una settimana di sfide, appassionati e addetti ai lavori hanno la possibilità di verificare dal vivo lo stato e le tendenze di un mondo in rapida evoluzione come quello del calcio giovanile. E il valore, non solo tecnico, dell’appuntamento è testimoniato dal fatto che questo è l’unico torneo per il quale la Federcalcio sospende i campionati nazionali di categoria.

Dal Torneo Beppe Viola sono passati molti, se non tutti i più bei nomi del calcio italiano: da Cannavaro a Marchisio, da Albertini a De Rossi, da Immobile a Nesta, Lahm, Schweinsteiger fino a Francesco Totti, solo per citare i principali.

La 46ª edizione propone molte delle più forti squadre italiane e internazionali, a comporre uno schieramento che arricchisce in modo esponenziale il valore internazionale della sfida. Queste le sedici formazioni iscritte:

FK PARTIZAN BEOGRAD (SER)
SOUTHAMPTON FC (GBR)
FC NORDSJAELLAND (DEN)
ATALANTA CALCIO (ITA)
FC HELLAS VERONA (ITA)
AS ROMA (ITA)
FC TORINO (ITA)
AC CHIEVOVERONA (ITA)
SASSUOLO CALCIO (ITA)
SELEZIONE TRENTINA (ITA)
SS LAZIO (ITA)
SSC NAPOLI (ITA)
FC EMPOLI (ITA)
FC INTERNAZIONALE (ITA)
RAPPR. LEGA PRO (ITA)
NAZIONALE DILETTANTI (ITA)

A guidare idealmente questo prestigioso schieramento è l’Atalanta, campione uscente del torneo e società di riferimento del calcio giovanile italiano. La squadra bergamasca è il fenomeno del momento, per la qualità del suo vivaio, vero e proprio modello per tutti i club professionistici, scuola di vita e fucina di talenti a getto continuo, tra i più richiesti dal mercato calcistico.

Ma il valore tecnico del Torneo Beppe Viola è testimoniato anche dalla presenza di altri grandi club italiani, tra i quali spiccano Inter, Roma, Torino, Lazio, Napoli, squadre con settori giovanili in cima alle statistiche europee del settore per tradizione, numero di successi e capacità di inserire i propri ragazzi nel mondo del calcio professionistico.

A guidare la pattuglia internazionale c’è il Partizan Belgrado, la squadra serba che secondo uno studio del Cies (International Centre for Sport Studies) di Neuchatel (Svizzera) guida addirittura la classifica dei migliori settori giovanili europei, valutando il parametro della quantità dei giocatori cresciuti nel vivaio e oggi diventati calciatori professionisti. Al modello Partizan, si accostano gli inglesi del Southampton e i danesi del Nordsjaelland.