Euro U17, l'Italia sogna ma vincono gli inglesi

Riccardi porta in vantaggio gli azzurrini, ma l'infortunio di Greco spiana la strada ai padroni di casa

08 maggio 2018

Il fisico ha fatto la differenza. L’Italia di Nunziata, infatti, ha tenuto in scacco i quotatissimi padroni di casa dell’Inghilterra per più di un’ora (arrivando perfino a sognare, grazie al genio di Riccardi, una anticipata qualificazione ai quarti) per poi cedere nel finale di fronte ai tambureggianti attacchi dei ragazzi di Cooper. Sapendo a cosa andava incontro, Nunziata ha scelto i più aitanti dei suoi ragazzi specialmente a centrocampo e la scelta ha premiato gli azzurri che hanno saputo ribattere colpo su colpo, anche sul piano della qualità, punendo il disagio britannico con una rasoiata dal limite di Riccardi, ben servito da Fagioli.

Al 21′ la svolta della partita: Daley-Campbell “eliminava” fisicamente Greco, uno dei punti di forza azzurri, e veniva punito con un giallo maggiormente tendente al rosso che non all’arancione.

E così gli inglesi riconquistavano campo, anche se è stato con i nuovi innesti di Appiah e Tulloch che Cooper ha girato la partita. E’ stato infatti il goiello del Nottingham Forrest, con una Italia palesemente in affanno, a cogliere il pari con un preciso sinistro dal limite. Poco dopo il patatrac con Barazzetta che scalcia Tulloch in area provocando il rigore che Doyle non falliva.

Rimane il rammarico – ha dichiarato Nunziata al termine – per aver giocato ad armi pari gran parte della partita e non aver saputo implementare il vantaggio iniziale. Sapevamo di avere davanti una squadra molto attrezzata, che però è riuscita a prendere il sopravvento solo nell’ultima parte del match”.

Pur tenendo conto della stanchezza e delle assenze (Fagioli per squalifica, Greco per infortunio) ora l’Italia dovrà conquistarsi la qualificazione nel match di giovedì contro Israele che, in due partite, non è riuscito a conquistare un punto.

Speriamo in bene, guardando al Girone B dal quale, in caso di qualificazione, salterà fuori la nostra prossima avversaria. Al momento attuale guidano Portogallo e Norvegia con 4 punti, seguite dalla Svezia con 3. Gli svedesi, all’ultimo turno, se la dovranno vedere con i portoghesi, mentre più facile appare il compito dei norvegesi con la Slovenia ce ha subito 6 reti in due partite senza segnarne nessuna.

Inghilterra-Italia 2-1
Reti: Riccardi (It)13’, Appiah 64’(Ing), Doyle (rig., Ing) 69’
Inghilterra (4-4-2). Ashby-Hammond, Saka, Ogbeta, Laird, Daley-Campbell (Crowe 41’); Daly (Tulloch 55’), Doyle, Appiah, Garner (C); John-Jules (Duncan 41’), Amaechi. All. Cooper. A disp. Dewhurst, Alese, Anjorin, Dixon-Bonner, Coyle, Balogun.
Italia (4-3-1-2). Russo – Genoa, Barazzetta – Milan, Armini – Lazio, Gozzi Iweru – Juventus, Brogni – Atalanta; Fagioli – Juventus (73′ Colombo – Milan), Gyabuaa – Atalanta, Leone – Juventus, Greco – Roma (21′ Rovella – Genoa); Vergani – Inter, Riccardi © – Roma(76′ Cortinovis – Atalanta). All. Nunziata. A disp. Gelmi – Atalanta, Mattioli – Sassuolo, Semeraro – Roma , Vaghi – Inter, Ricci – Empoli, Ponsi – Fiorentina.
Arbitro. Thorarinsson (ISL)
Ammoniti. Daley-Campbell, Armini, Barazzetta, Tulloch
Spettatori. 7000

Calendario, risultati e classifica del Gruppo A

Prima giornata (4 maggio)
ITALIA-Svizzera 2-0
Inghilterra-Israele 2-1

Seconda giornata (7 maggio)
ITALIA-Inghilterra 1-2
Israele-Svizzera 0-3 (Mambimbi 10′ e 38′, Tushi 47′)

Terza giornata (10 maggio)
ITALIA-Israele (ore 19 locali, 20 italiane – St. George’s Park, Burton upon Trent)
Svizzera-Inghilterra (ore 19 locali, 20 italiane – Rotherham United Stadium, Rotherham)
Classifica: Inghilterra 6, Italia e Svizzera 3, Israele 0

Nello Morandi

Credits foto: Figc