Gli azzurrini danno due squilli promettenti

La Nazionale azzurra Under 17 si è resa protagonista di un doppio successo per 2-1 nelle amichevoli con la Repubblica Ceca. Segnali incoraggianti in vista della fase Élite del campionato Europeo di categoria

16 febbraio 2018

Bilancio decisamente positivo della trasferta in Repubblica Ceca della nostra Nazionale Under 17 che, martedì e giovedì, è stata impegnata in una doppia amichevole con i pari età boemi, sempre sul terreno dello stadio Andruv di Olomuc. Un bilancio positivo non tanto perchè gli azzurrini hanno vinto due volte, entrambe per 2-1, quanto perché la squadra comincia ad avere una sua fisionomia che fa ben sperare in vista della fase Élite del campionato Europeo di categoria che, dal 7 al 13 marzo in Olanda, vedrà i ragazzi di Carmine Nunziata cercare il pass per l’Inghilterra nelle sfide con Turchia, Islanda e i padroni di casa.

Il tecnico azzurro si è detto soddisfatto soprattutto per la disinvoltura con la quale si sono inseriti i nuovi, il mediano genoano Rovella e gli attaccanti Colmbo e Lirussi, rispettivamente di Milan e Udinese.

Nel primo match l’Italia ha messo subito le cose in chiaro già nel primo tempo che ha chiuso in vantaggio di due gol, anche se ne ha falliti almeno altrettanti. A sbloccare il risultato è stato lo juventino Fagioli al 24′ poi imitato da Iglio, in forza al Monaco, ma sempre nel mirino del nostro staff tecnico. Nella ripresa la Repubblica Ceca si è fatta più intraprendente, ha accorciato le distanze con Kosek (16′) anche se la vittoria dei nostri Under 17 non è mai stata in discussione.

Risultati di 2-1 anche nella seconda partita nella quale Nunziata ha schierato una squadra quasi completamente nuova. E questa volta gli azzurrini hanno dovuto attendere il secondo tempo per rimontare la squadra ceca che si era portata in vantaggio con Penner, titolare della Primavera della Juventus. Tra il 14′ ed il 19′ le due fiammate azzurre che portano la firma dell’empolese Ricci e dell’atalantino Gyabuaa, uno dei punti di forza della nostra selezione.

Nello Morandi

Credits: Figc.it