Gran cuore Sassuolo ma va avanti il Partizan

La squadra serba batte gli emiliani 1-0 e va in semifinale dove affronta la Roma. Vittorie di Verona e Lazio nel match di congedo dal torneo, pari tra Inter e Nordsjaelland

11 marzo 2017

E’ il Partizan Belgrado la quarta semifinalista del 46° Trofeo Beppe Viola. I serbi hanno conservato il primato nel girone D battendo per 1-0 il Sassuolo con una rete di Novic nel primo tempo. Affronteranno la Roma, domenica 12 marzo alle 15:15. L’altra semifinale, alle 13, sarà una sfida tutta nerazzurra fra l’Inter e l’Atalanta.

Al Partizan sarebbe bastato un pareggio con il Sassuolo, ma la squadra di Lazetic – allontanato dalla panchina nel corso del primo tempo – ha fatto di meglio, anche perché di fronte ha trovato l’unica squadra rimasta a secco di gol per tutto il torneo pur esprimendo buoni valori tecnici. Gli emiliani ci hanno provato in ogni modo, con grande generosità, trovando sulla propria strada un bravissimo Vukanic, fra i migliori del Partizan nelle prime tre giornate del Beppe Viola.

Nell’altra sfida del girone la Lazio ha battuto per 2-1 la Rappresentativa Trentino con reti di Armini e del neoentrato Birzò, in chiusura dei due tempi. Trentini aveva regalato l’illusorio vantaggio alla squadra di Visintini. La Lazio esce dal torneo da imbattuta.

Nel girone C si è fermata con il Nordsjaelland la serie di vittorie dell’Inter, in una partita spigolosa, nella quale il tecnico nerazzurro Zanchetta non ha esitato a sostituire nel primo tempo alcuni ragazzi troppo nervosi. Fra questi anche Gnokouri, che aveva portato in vantaggio l’Inter. Grazie a un’ottima ripresa, i danesi – che chiudono con tre pareggi in altrettanti incontri – hanno trovato il gol su punizione con Frederiksen e sfiorato a più riprese il raddoppio.

L’Hellas Verona saluta il Trentino con una roboante vittoria sul Torino. Nel 4-1 finale, con cinque reti negli ultimi 24 minuti, spicca la doppietta di Amayah.

TABELLINI

GIRONE C

INTER – NORDSJAELLAND 1-1 (rigori 2-4)

INTER: Bagheria, Grassini (1’ st Roric), Rizzo (31’ pt Lunghi), Soares Joao (17’ st Pelle), Coltro, El Kassah, Gnokouri (35’ pt Patacchini), Stankovic, Pedroni (31’ st Adorante), Esposito, Demirovic. A disposizione: Tintori, Lunghi, Schirò, Gavioli, Adorante. Allenatore: Zanchetta.
NORDSJAELLAND: From (1’ st Kruger), Jensen, Humberbjerg, Angus (33’ st Christiansen A.), Lykkegaard (22’ pt Rytter), Christensen J., Christensen F., Kudus, Frederiksen, Tolboll Rimmen, Sadiq (33’ st Bjerregaard). A disposizione: Kruger, Christiansen, Kjaer, Damsgaard, Danso. Allenatore: Kurland.
ARBITRO: Nasca di Trento (Puddu – Prosperi).
RETI: 3’ pt Gnokouri (I), 9’ Frederiksen (N).
NOTE: ammoniti Gnokouri (I), Lunghi (I), Demirovic (I); espulso Patacchini (I). Angoli: 2-5. Recupero: 1’ + 4’.

HELLAS VERONA – TORINO 4-1

HELLAS VERONA: Gentile, Bagarolo, Agbuguy, Numerato (2’ st Peretti), Gambato, Perazzolo, Amayah (26’ st Forte), Valente, Fiumicetti (13’ st Sane), Amatulli, Amatucci (2’ st Austoni). A disposizione: Fontana, Galazzini, Maistrello, Turrini, Ansah. Allenatore: Vitali.
TORINO: Bechis, Ambrogio, Cervasio (5’ st Samakè), D’Ippolito (5’ st Ollio), Giraudo (5’ st Icardi), Mecja, Munari (5’ st Graziani), Potop, Rauti, Romano, Sibino. A disposizione: Circio, Battisti, Coppola, De Pierro, Matera. Allenatore: Sesia.
ARBITRO: Moser di Trento (Borz – Parisi)
RETI: 11’ st Amatulli (V) su rigore, 15’ st Rauti (T), 21’ st e 23’ st Amayah (V), 34’ st Forte (V).
NOTE: ammonito Mecja (T), Graziani (T). Angoli: 5-2. Recupero 1’ + 2’.

GIRONE D

PARTIZAN – SASSUOLO 1-0

PARTIZAN: Vukanic, Vujic (35’ st Balaz), Manov, Gajic, Markovic, Vjestica, Jankovic (17’ st Pavlovic), Milosavljevic, Novic (37’ st Ilic), Kokir, Bojic (32’ st Antonjievic). A disposizione: Djokic, Simunovic, Novakovic. Allenatore: Lazetic.
SASSUOLO: Fasolino, Calegari (1’ st Bartoli), Castelluzzo, Ghion, Dembakaj, Ferraresi, Solla, Giordano (1’ st Majingi), Raspadori, Baietti (20’ st Carrozza), Aurelio (20’ st Gubellini). A disposizione: Malpeli, Crescenzi, Modelli, Agnelli. Allenatore: Tufano.
ARBITRO: Pisetta di Trento (Patil – Mehilli)
RETI: 27’ pt Novic.
NOTE: ammoniti Manov (P), Bojic (P), Calegari (S), Gubellini (S); espulso il tecnico Lazetic (P). Angoli: 2-2 Recupero: 2’ + 5’.

LAZIO – RAPPR. TRENTINO 2-1

LAZIO: Rus, Petricca, Armini, De Angelis, Seuleman, Spoletini (23’ st Abate), Cerbara (15’ st Frattesi), Spatara, Konè (23’ st Fontana), Peguiron (25’ st Birzò), Dioguardi (15’ st Pellacani). A disposizione: Alia, Fontana, Guadagno, Paglia. Allenatore: Fratini.
RAPPR. TRENTINO: Ferrari, Dallavalle, Bertolini, Agosti (15’ st Salvi), Cattoi (15’ st Trevisan), Dedic, Ermon, Panizza, Sacchi, Odorizzi (26’ pt Santoni), Trentini. A disposizione: Conci, Bortolameotti, De Gasperi, Iagher, Manno. Allenatore: Visintini.
ARBITRO: Danaj di Arco Riva (Giovannini – Giannone)
RETI: 8’ pt Trentini (T), 34’ pt Armini (L), 34’ st Birzò (L).
NOTE: ammoniti Trentini (T), Dallavalle (T), Suleiman (L). Angoli: 7-2. Recupero: 0’ + 3’