Il Cesena è una realtà, l'Atalanta tiene il passo

I bergamaschi (6-2 alla Spal) tallonano i romagnoli nel girone B del Campionato nazionale U17. Juventus autoritaria, Benevento battuto ma sempre leader del raggruppamento centro-meridionale

16 ottobre 2017

La notizia della settimana nel Campionato Under 17 A-B è che il Cesena (Girone B) non è una meteora e fa sul serio come testimonia il franco successo in casa del Milan, anche se non ancora a suo agio nella categoria superiore. L’Atalanta però non si distrae (6-2 in casa della Spal!) e si ricandida al ruolo di favorita che ha gestito (benissimo) negli ultimi anni.

Nel Girone A, invece, la Juve cerca di approfittare delle disgrazie altrui (Fiorentina sconfitta a Sassuolo) per rafforzare la sua leadership, mentre nel Girone C la capolista Benevento cade ad Ascoli, pur conservando il primato in classifica.

Una doppietta dell’esterno di sinistra Sterrantino e una incursione del difensore Adamoli hanno consentito alla Juventus di sbrigare la non facile pratica dello Spezia e, nello stesso tempo, di approfittare dello scivolone della Fiorentina sul campo del Sassuolo che si è imposto con un gol di Mattioli a 10′ dalla fine. Nel secondo tempo, invece, si è materializzata la vittoria del Torino sul Parma. Partita sbloccata da un calcio di rigore di Sandri e quindi chiusa da D’Ambrosio al 35′.
Un ruolo tra le big lo vuole conservare anche la Samp, corsara a Vercelli, dove la Pro ha opposto una resistenza davvero labile. I blucerchiati hanno impiegato quasi un tempo per sbloccare il risultato con Maglie (36′) e poi hanno dilagato nella ripresa con Canovi (25′) e Yayi Mpie (32′).

Mantiene il passo anche il Genoa che si è imposto per 3-1 nel derby ligure in trasferta con la Virtus Entella. Tutto nella ripresa con i padroni di casa che replicavano con Vianni al gol-lampo di Malltezi, ma non reggevano al veemente finale rossoblu che si concretizzava nelle reti di Rimoli e del bis di Malltezi. Vince la sua prima partita il Carpi con l’Empoli (rete dell’emiliano Singh, pareggio del toscano Belardinelli e gol vittoria di Cecon), mentre il Novara mette fieno in cascina espugnando con un tiro di Beretta nella ripresa il campo della Cremonese.

Per il blasone – nel Girone B – i titoli di testa spettano al Cesena che ha dato un senso alla sua leadership andando a vincere sul campo del Milan. I romagnoli mettevano una seria ipoteca sul match ancora nel primo tempo, con i gol di Farinelli e El Bouhali, poi replicavano con Manara al tentativo di riaprire la partita del rossonero Olzer. Lo schiacciasassi Atalanta non molla e con un set tennistico (6-2) si impone sul campo di una Spal che proprio non ha i ritmi per questo campionato. Ghislandi, Bertini, Cortinovis, Gybuaa e una doppietta di Traorè i gol bergamaschi ai quali i padroni di casa hanno opposto una inutile doppietta di Cuellar.
La partita più spettacolare della giornata è stata comunque quella tra Cagliari e Hellas Verona, con gli isolani capaci di sfruttare le doti realizzative del bomber Cannas per avere ragione dei veneti più volte in vantaggio nel match. Eloquente la sequenza delle reti: immediato vantaggio dei rossoblù con Cannas, pareggio e sorpasso dei gialloblu con Quarta e Lisi, nuovo pareggio cagliaritano con Marigosu al quale l’Hellas reagisce con Brandi con il gol del 3-2. E’ l’11’ della ripresa e la partita sembra destinata a decretare il successo dei ragazzi di Pellegrini quando si scatena Cannas che al 22′ coglie il pari e negli ultimi istanti di un lunghissimo recupero, con l’Hellas in 10 per l’espulsione di Nardi, il gol dell’insperata vittoria.
All’Inter invece non è bastato andare al riposo in vantaggio di 2 reti (doppietta del bomber Vergani) per espugnare il campo del Chievo. I padroni di casa, infatti, tornavano in campo con ben altro piglio e prima accorciavano con Anymah (22′), quindi al 31′ agguantavano il pareggio con Rovaglia. Un gol di Adusa allo scadere del primo tempo basta al Bologna per avere ragione del Brescia, mentre il Venezia non riesce a prevalere nel derby dei quartieri bassi con il Cittadella: due volte in vantaggio (Beniamin e Doria) e due volte raggiunto (Bariol e Fior). Un punto ciascuno anche per Udinese e Lazio protagoniste di un pareggio a reti bianche non memorabile.

La fuga del Benevento nel Girone C viene stoppata ad Ascoli dove i ragazzi di Bovienzo sbattono contro un calcio di rigore provocato e trasformato da Di Francesco all’11’ della ripresa. Ne ha approfittato la Roma che ha preso letteralmente a pallate il povero Bari. Era Bucri a dare il via alla goleada, poi imitato da Silipo (2 volte), Bamba e Aglietti, mentre i galletti pugliesi, a risultato ampiamente compromesso, si consolavano con Pierno. Torna al successo anche il Crotone che piega (2-1) il coriaceo Foggia con le reti di Rodio e Verri, il solito Altobello consente al Frosinone di rimandare a casa la Ternana a mani vuote, stecca il Palermo (0-0) che ospitava il Pescara, mentre il Napoli ha dato un confortante segno di ripresa andando ad espugnare il non facile campo dell’Avellino con due gol nella ripresa a firma di Guadagni e Caiazzo.

Vivacissimo infine il 3-2 tra Perugia e Salernitana. Umbri in vantaggio per primi (Metelli), poi rimontati dai campani (Marino e Panza Volta). Era Mazza a riportare la partita in parità prima che Benedetti, in pieno recupero, cogliesse il gol vittoria.

I RISULTATI (6^ giornata)
GIRONE A: Carpi – Empoli 2 – 1, Cremonese – Novara 0 – 1, Juventus – Spezia 3 – 0, Pro Vercelli – Sampdoria 0 – 3, Sassuolo – Fiorentina 1 – 0, Torino – Parma 2 – 0, Virtus Entella – Genoa 1 – 3.
Classifica: Juventus 16, Sampdoria e Genoa 13, Fiorentina e Torino 12, Sassuolo 10, Novara 9, Spezia 8, Empoli, Cremonese e Pro Vercelli 5, Parma e Carpi 4, Virtus Entella 1.
GIRONE B: Bologna – Brescia 1 – 0, Cagliari – Hellas Verona 4 – 3, Chievo Verona – Inter 2 – 2, Milan – Cesena 1 – 3, Spal – Atalanta 2 – 6, Udinese – Lazio 0 – 0, Venezia – Citadella 2 – 2.
Classifica: Cesena 16, Atalanta 15, Bologna e Hellas Verona 12, Inter 11, *Cagliari, Chievo e Milan 9, Udinese 7, Lazio 5, Cittadella 4, *Brescia e Venezia 2, Spal 0.
GIRONE C: Ascoli Picchio – Benevento 1 – 0, Avellino – Napoli 0 – 2, Città di Palermo – Delfino Pescara 0 – 0, Crotone – Foggia 2 – 1, Frosinone – Ternana 1 – 0, Perugia – Salernitana 3 – 2, Roma – Bari 5 – 1.
Classifica: Benevento 15, Roma 13, Crotone 12, Perugia 11, *Città di Palermo, *Frosinone e Ascoli Picchio 9, Foggia, Salernitana e Napoli 7, Avellino 6, Delfino Pescara 5, Ternana 3, Bari 2.
*) una partita in meno

Nello Morandi