Il Milan ne fa 6, poker del Partizan

Esordio brillante dei rossoneri e dei serbi finalisti al "Beppe Viola" 2017. La Sampdoria travolge la Lazio, solo un pari per la Roma contro la Lega Pro

08 marzo 2018

La 47a edizione del Trofeo Beppe Viola si è aperta nel segno del Milan e del suo bomber Corneliu Fantaziu. La compagine rossonera ha rifilato sei reti alla Rappresentativa Trentino in una sfida a senso unico, controllata dai ragazzi allenati da Simone Baldo dall’inizio alla fine. Tripletta di Fantaziu per il club di Via Aldo Rossi che è volato in testa al Girone B dopo il pareggio tra Torino ed Hellas Verona, mentre le altre marcature sono state messe a segno da Niccolò Corti, Samuele Ruggeri e Slaka Haidara.

Vittorie per 3-0 e 4-0 per la Sampdoria e il Partizan Belgrado che hanno avuto la meglio rispettivamente sulla Lazio e i padroni di casa dell’Arco. Dopo un primo tempo terminato a reti inviolate, i doriani hanno trovato energia dalla panchina andando in rete con Francesco Pio Orlando (doppietta) e Bruno Dos Santos Amado, appaiando l’Atalanta in vetta al Girone A, mentre i serbi, finalisti un anno fa al “Città di Arco”, si sono sbarazzati della compagine casalinga grazie alle reti di Nikola Stulic (doppietta al 26° e al 69°), Martin Novakovic al 46° e Slobodan Stanojlovic al 49°.

Deludente esordio per la Roma che si è dovuta accontentare di un pareggio a reti inviolate contro la Rappresentativa Lega Pro, prima di subire la sconfitta nella lotteria dei calci di rigore. Grande protagonista del pomeriggio di Varone il giovane portiere della Lega Pro Piero Burignana, che ha intercettato quattro delle cinque conclusioni giallorosse dagli undici metri.