Inter, è triplete: arriva anche lo scudetto Allievi

Nella rivincita della finale 2016, Atalanta battuta per 3-2 ai tempi supplementari da un gol di Visconti: dopo Primavera e Berretti, vinto il titolo U17

22 giugno 2017

L’Inter si prende la rivincita sull’Atalanta e conquista anche il titolo italiano riservato agli Under 17 che le consente, dopo gli scudetti vinti con la Primavera e la Berretti, di mettere a segno un triplete che forse potrà essere di buon auspicio per i destini della prima squadra da anni alle prese con problemi di identità.

All’Orogel Stadium Dino Manuzzi di Cesena, comunque, è andata in scena una partita combattutissima ed incerta fino all’ultimo, tant’è che c’è stato bisogno dei tempi supplementari per assegnare il tricolore. E questo equilibrio cozza un po’ contro il pronostico della vigilia che voleva l’Inter più fresca di una Dea costretta agli straordinari sia con il Sassuolo nei quarti che con il Torino in semifinale.

Ed invece i ragazzi di Brambilla hanno dimostrato di avere carattere da vendere, cosa questa che sicuramente inciderà positivamente nel loro futuro di giocatori.

Come era lecito aspettarsi, l’Inter parte a mille ed al 20′ è già in vantaggio. Visconti ricupera palla a centrocampo, serve Merola che, nelle vesti di splendido uomo assist, mette sui piedi dell’ex parmense Adorante un invitante pallone che si infila alle spalle di Piccirillo.

L’Atalanta non si arrende e 10′ dopo trova il pareggio con il solito Nivokazi lesto a fiondarsi su un perfetto traversone da destra di Peli. Un Adorante in gran spolvero, comunque, consente all’Inter di rimettere la freccia. Succede al 37′. Ed è ancora un numero di tacco di Merola a liberare il collega per la battuta a rete con uno splendido diagonale.

Nella ripresa la stanchezza comincia a farsi sentire e il taccuino è costretto a registrare più una serie di conclusioni sballate che delle vere e proprie occasioni da gol. Ma è l’Atalanta a darci sotto e, in mezzo a questa sagra degli errori, riesce a cogliere la vera e propria perla del gol di Rinaldi con un sinistro liftatissimo all’incrocio dei pali.

Nei supplementari c’è gloria per i portieri. L’interista Tintori compie un vero miracolo su Rinaldi all’87’, mentre 10′ dopo è Piccirillo a togliere a Merola la gioia del gol. L’azione decisiva all’89’. L’atalantino Louka, ben lanciato in area, alza troppo la mira cogliendo una clamorosa traversa e, sul ribaltamento di fronte, Visconti indovina una conclusione assassina da 25 metri che regala il gol ed il titolo italiano all’Inter di Zanchetta. Se vogliamo è anche una rivincita dello scorso anno quando invece fu proprio l’Atalantino Melegoni a trovare nei supplementari il gol vittoria con un calibratissimo calcio di punizione.

Nello Morandi

Foto Credits: F.C. Internazionale