La Roma fa cilecca, Torino e Bologna promosse

Battendo la Rappresentativa Trentino, i granata vanno in semifinale a spese del Milan, mentre la Roma si fa fermare da Brondby e viene eliminata. Bologna-Sampdoria e ChievoVerona-Torino designeranno le due aspiranti al titolo del 47° Trofeo Beppe Viola

10 marzo 2018

Dopo il Milan, anche la Roma fa inaspettatamente cilecca nell’ultima giornata dei gironi di qualificazione al Torneo Beppe Viola, che si appresta domani ad Arco a vivere due semifinali inattese e fuori da ogni pronostico: Bologna-Sampdoria e ChievoVerona-Torino.

I giallorossi avevano bisogno di una vittoria sui danesi del Brondby, sulla carta non un’impresa proibitiva, ed invece le cose sono andate diversamente. Pur esercitando una certa supremazia, la Roma si è ritrovata in svantaggio all’inizio del secondo tempo e solo nel recupero è riuscita a pareggiare con Silipo su punizione. Tra l’altro, la Roma a fine match ha dato vita ad un curioso contradditorio rifiutandosi di calciare i rigori (previsti dal regolamento nei turni qualificatori in caso di pareggio) in quanto ormai ininfluenti per l’esito del torneo.

La “defaillance” della Roma ha così aperto inaspettatamente al Bologna – vittorioso con un ritondo 3-0 sulla Lega Pro – le porte della semifinale. Da notare che venerdì il Bologna era stato sconfitto per 3-0 dalla stessa Roma, alla quale è risultato fatale il pareggio con la Lega Pro nella giornata inaugurale.

Favorita all’inatteso colpo a vuoto del Milan, fermato sul pari dal Verona, il Torino invece non si è fatto pregare ed ha colto al volo l’occasione nel secondo turno di incontri della terza giornata. I granata hanno colto meritatamente il primo posto nel girone B con una convincente vittoria sulla Rappresentativa Trentino, mettendo al sicuro il risultato già nei primi minuti con i gol di Del Bianco e Spaneshi. Il rigore realizzato da Rossi per il Trentino in apertura di ripresa ha creato qualche apprensione al Torino, fino a quanto Bongiovanni non ha chiuso i conti. In semifinale i torinisti troveranno il ChievoVerona, inatteso vincitore del Girone D in cui ha prevalso su Napoli e Partizan Belgrado.

Gli altri due incontri del gironi di qualificazione disputati questo pomeriggio, ma ormai ininfluenti per la classifica, hanno visto il Napoli piegare il Partizan 3-2 e il pareggio senza reti tra Atalanta e Lazio.