L'Ascoli sfida le ultime regine del "Beppe Viola"

I marchigiani sorpassano il Benevento e guadagnano il pass per le finali, dove trovano Atalanta e Torino. Con Juve e Roma, si qualifica anche l'Inter: Milan ai play-off

23 aprile 2018

Il veleno sta nella coda, dicevano i latini. Ed infatti il Benevento (Girone C) s’è visto scippato del secondo posto, che era stato suo per tutto il campionato, proprio all’ultima giornata. Mentre i ragazzi di Bovienzo hanno dovuto cedere (2-1) pur lottando in casa del Napoli, l’Ascoli è passato come un uragano sul campo del Foggia (4-0) ed ha superato i sanniti proprio sul filo di lana. Anche il Chievo Verona (Girone B), se vogliamo, ha qualcosa da rimpiangere: al 15′ della ripresa, infatti, stava conducendo sul Milan per 2 – 1 grazie ad una doppietta di Juwara che aveva rimontato l’iniziale rete del trentino Olzer. Con questo risultato avrebbe superato la Samp e si sarebbe qualificato per i play off come seconda miglior quinta classificata. Ma il sogno è durato poco. Lo stesso Olzer, galvanizzato dalla chiamata in Nazionale, pareggiava e poi lasciava a Tonin, in pieno recupero, il compito di far naufragare definitivamente le speranze scledensi. Tutte qui le emozioni di giornata, e non ci pare davvero poco, anche se anche il Girone A, se vogliamo, ha offerto i suoi momenti di suspense: il Novara, infatti, ha rischiato seriamente di doversi giocare il terzo posto con la Samp visto che a Empoli è stato sotto fino a meno di 10′ dalla fine. I toscani, infatti, erano passati in vantaggio con Caradonna, proprio nelle battute iniziali, e sembravano poter gestire la partita fino a quando Pereira e Giugno (33′ e 35′) hanno capovolto la situazione. Per il resto tutto normale a parte forse la goleada della Juventus (8-2) su una Pro Vercelli già con la testa al mare. Tripletta di Ramadan e doppietta del solito Petrelli, che viaggia ad una media di poco inferiore ad un gol per partita, ma inspiegabilmente ignorato dalla Nazionale.

Di goleada in goleada per ricordare quella dell’Inter (Girone B) con l’Hellas Verona (5 – 0) e il 5 a 1 della Roma ad Avellino (Girone C) a mò di allenamento in vista delle finali, anche se i giallorossi, sorteggiati come seconda miglior prima, avranno un girone che chiamare di ferro è poco. Con loro ci saranno infatti Juventus, Inter e la miglior qualificata dei play-off. Visto che si qualificheranno le prime due, appare più morbido quello dell’Atalanta (miglior prima). Con la Dea ci saranno il Torino, l’Ascoli e la seconda classificata dei play off. Ne vedremo comunque delle belle.

I RISULTATI (26^ giornata – 13^ di ritorno)

GIRONE A: Torino  – Cremonese 2 – 1, Spezia – Genoa 1 – 2, Empoli – Novara 1 – 2, Juventus – Pro Vercelli 8 – 2, Parma – Sampdoria 1 – 1, Carpi – Sassuolo 3 – 2, Fiorentina – Virtus Entella 3 – 0.

Classifica: Juventus e Torino 60, Genoa 54, Novara 47, Sampdoria 44, Fiorentina 42, Cremonese 35, Sassuolo 32, Virtus Entella 32, Empoli 28, Carpi 21, Spezia 18, Pro Vercelli 16, Parma 14.

GIRONE B: Spal – Cagliari 3 – 1, Brescia – Cesena 1 – 1, Atalanta – Cittadella 2 – 0, Inter – Hellas Verona 5 – 0, Chievo Verona – Milan 2 -3, Bologna – Udinese 1 – 0, Lazio – Venezia 3 – 2.

Classifica: Atalanta 67, Inter 58, Milan 57, Cagliari 46, Chievo Verona 42, Cesena 41, Bologna 40, Udinese 35, Lazio 33, Spal e Hellas Verona 25, Cittadella 19, Brescia 15, Venezia 6.

GIRONE C: Foggia – Ascoli Picchio 0 – 4, Ternana – Bari 1 – 2, Napoli – Benevento 2 – 1, , Cittàdi Palermo – Crotone 3 – 1, Frosinone – Perugia 0 – 0, Avellino – Roma 1 – 5, Delfino Pescara – Salernitana 3 – 0.

Classifica: Roma 61, Ascoli Picchio 53, Benevento 52, Napoli 50, Frosinone 47, Bari 37, Perugia 32, Delfino Pescara 31, Città di Palermo e Crotone 30, Ternana 29, Salernitana 27, Avellino 18, Foggia 15.

SITUAZIONE: Juventus, Torino, Atalanta, Inter, Roma e Ascoli Picchio qualificate per i quarti di finale.

Classifica Terze classificate: Milan 57 (A1), Genoa 54 (A2), Benevento 52 (A3).

Classifica Quarte classificate: Napoli 50 (B1), Novara 47 (B2), Cagliari 46 (B3).

Classifica Quinte classificate: Frosinone 47 (C1), Sampdoria 44 (C2).

Questi gli accoppiamenti con gare di sola andata: GARA 1: Milan (A1) – Sampdoria (C2); GARA 2: Napoli (B1) – Novara (B2); GARA 3: Genoa (A2) – Frosinone (C1); GARA 4: Benevento (A3) – Cagliari (B3). Si affronteranno poi la vincente di Gara 1 (Milan o Samp) contro la vincente di Gara 2 (Napoli o Novara) e la vincente di Gara 3 (Genoa o Frosinone) contro la vincente di Gara 4 (Benevento o Cagliari).

Il regolamento prevede anche una graduatoria di merito tra le prime e le seconde classificate per poter compilare i due gironi finali. L’Atalanta enterà come miglior prima (A1), precedendo Roma (A2) e Juventus (A3). Il ruolo di miglior seconda spetta al Torino (B1), davanti all’Inter (B2) e all’Ascoli (B3).

I due Gironi finali, quindi saranno così composti:


  1. Atalanta, Torino, Ascoli e C2 (seconda miglior classificata ai play off).

  2. Roma, Juventus, Inter e C1 (miglior classificata ai play off).


Questo il calendario (partite di andata 3 giugno, ritorno 10 giugno, primo match in casa della squadra che ha realizzato meno punti nella regular season):

C1 (miglior qualificata ai play off) – ROMA

C2 (seconda miglior qualificata ai play off) – ATALANTA

ASCOLI – TORINO

INTER – JUVENTUS

Nello Morandi