L'Atalanta riposa, l'Inter allunga

Nerazzurri a +4 sui bergamaschi nel girone B. Sesta vittoria del Napoli, l'Empoli incalza il Genoa

15 ottobre 2018

Cade ancora la Juventus (sul campo della Lazio), l’Inter non perde un colpo mentre il Milan affonda, il Napoli conferma il primato davanti ad una scatenata Roma.

Questo, in rapida sintesi, il responso della 6^ giornata del campionato italiano under 17 di A e B.

I bianconeri, evidentemente, non hanno ancora digerito la sconfitta interna col Sassuolo e ieri sono stati presi a pallate dalla Lazio in gol con Bertini (2 volte) e Moschini prima che Lipari, nel finale, salvasse l’onore. Evidentemente Pedone deve dare una registrata alla squadra, che era partita decisamente con altre ambizioni, altrimenti sarà troppo tardi. Il Genoa, infatti, pur con qualche apprensione di troppo, liquida il Livorno e si porta a + 4. Grifoni in avanti con Colombo, poi raggiunti da Campo e con Diakhate che metteva le cose a posto nella ripresa. Ma la squadra del giorno è l’Empoli che batte la Fiorentina in rimonta nel derby toscano e si porta a ridosso della capolista con una partita in meno. I Viola con Silvestri e Gaeta si erano portanti sul 2-0, poi si sono scatenati i padroni di casa che hanno rifilato 4 gol (Asllani ancora protagonista) alla squadra di Cioffi.

Forse galvanizzato dal successo di Vinovo con la Juve, il Sassuolo ha rifilato un set (a zero) al malcapitato Spezia grazie alle doppiette di Michael e Oddei, alla rete di Sartori e alla vera perla di Battaglia. Al Torino, invece, il cuore granata ha iniziato a battere in ritardo, quando cioè la Samp era già in vantaggio di due gol (Trimboli su rigore e Morando di testa). Visto che il patacrac è successo nei primi 3 minuti di gioco, il tecnico Sesia ha ritenuto inaccettabile questo approccio e il suo malumore non è stato lenito dal pareggio raggiunto da Ferrante quasi allo scadere, dopo che Favale aveva accorciato ancora nel primo tempo. Non sarà una settimana facile per i torelli… Di routine, infine, il successo della Cremonese sul Carpi (2-1).

Nel Girone B, ferma l’Atalanta per il turno di riposo, l’Inter ne ha approfittato per allungare in classifica battendo il Cagliari con un netto 3 – 0  (doppietta di Sakho e gol di Esposito). Delude ancora il Milan che, sconfitto a Bologna, precipita nei bassifondi della classifica (a 11 punti dai “cugini” dopo solo 6 turni!). I rossoneri avevano iniziato bene sbloccando il risultato al 36′ con Signorile, poi, nella ripresa, nulla hanno potuto con il ritorno dei felsinei in gol con Moller e Cudini. Eccellente anche il cammino del Brescia che ha rifilato quattro pappine al Cittadella (Canciani, Ausanio e doppietta di Butturini) con Maromilli che ha lenito l’onta per i patavini. Il Chievo non ha faticato a sbancare il campo del fanalino di coda Padova (3-1), mentre l’Hellas è stato costretto ad alzare bandiera bianca in casa con la Spal in un match caratterizzato da un punteggio d’altri tempi: 3 – 5. Il Venezia, infine, ha messo un nuovo punticino in carniere pareggiando (1 – 1) la partita casalinga con l’Udinese.

Nel Girone C continua la marcia del Napoli che, comunque, ha faticato più del previsto con un Palermo che ha rifiutato il ruolo di vittima designata. I partenopei sbloccavano il risultato solo nel recupero del primo tempo con Montaperto che si ripeteva al 12′ della ripresa. Due minuti dopo era il rosanero Di Dio ad accorciare le distanze e a tenere sulle spine i ragazzi di Carnevale fino alla fine. Alle spalle della capolista la solita Roma che non ama le mezze  misure: sul campo della Salernitana, infatti, è andata in scena l’ennesima goleada. 7-1 il risultato in favore dei giallorossi con doppiette di Bamba, Milanese e Cancellieri e gol di Agostinelli. Di Pellino il punto dell’onore per i campani. Interessanti vittorie in trasferta di Perugia (3-1 a Lecce) e Cosenza (2-0 a Foggia). Per gli umbri firme di Corradini, Pareggi e Mangiaratti, del salentino Lamacchia il momentaneo pareggio. Azzano e Santoro hanno dato le ali al successo dei calabresi sul campo dei satanelli. Un tempo ciascuno nel 2 – 2 tra Crotone e Pescara. Padroni di casa al riposo in vantaggio di due gol (Amerise e Trotta), ripresa a favore degli ospiti che, approfittando di un autogol di Yakubu, hanno creato i presupposto per il gol nel finale di Napolitano. Vietato ai deboli di cuore il match tra Benevento e Frosinone: ospiti in vantaggio, dopo nemmeno un quarto d’ora, con Giordani, padroni di casa che trovano il successo in rimonta nei minuti di recupero con Solimeno 43′ e il solito Ferraro al 50′.

I RISULTATI

GIRONE A: Cremonese – Carpi 2 – 1, Empoli – Fiorentina 4 – 2, Genoa – Livorno 2 – 1, Lazio – Juventus 3 – 1, Sassuolo – Spezia 6 – 0, Torino – Sampdoria 2 – 2. Ha riposato il Parma.

Classifica (* una partita in meno): Genoa 14, *Empoli 13, Fiorentina 12, Juventus 10, Sassuolo, *Lazio e Cremonese 9, *Sampdoria, Torino e *Carpi 6, Spezia 4, Livorno 3, Parma 0.

GIRONE B: Bologna – Milan 2 – 1, Brescia – Cittadella 4 – 1, Padova – Chievo Verona 1 – 3, Hellas Verona – Spal 3 – 5, Inter – Cagliari 3 – 0, Venezia – Udinese 1 – 1. Ha riposato l’Atalanta.

Classifica (* una partita in meno): Inter 16, *Atalanta e Brescia 12, Spal e *Bologna 9, *Cagliari 8, *Chievo Verona 7, *Udinese 6, Milan, Venezia e Cittadella 5, *Hellas Verona 4, Padova 1.

GIRONE C: Benevento – Frosinone 2 – 1, Crotone – Delfino Pescara 2 – 2, Foggia – Cosenza 0 – 2, Lecce – Perugia 1 – 3, Napoli – Città di Palermo 2 – 1, Salernitana – Roma 1 – 7. Ha riposato l’Ascoli Picchio.

Classifica (* una partita in meno): Napoli 18, Roma 15, Benevento, Delfino Pescara e Perugia 8, *Cosenza, *Ascoli Picchio, Crotone e *Città di Palermo 7, *Salernitana 6, *Frosinone 5, *Lecce 3, Foggia 2.

Nello Morandi