L’Italia U17 aspetta i gol di Kean per scalare l’Europa

Mercoledì a Rijeka debutto con la Croazia: il CT Bigica ha recuperato in extremis lo juventino che sembra aver ritrovato la migliore ispirazione

01 maggio 2017

La notizia è che anche Moise Kean, la stellina di questa nazionale già grande protagonista della fase Elite, fa parte della comitiva dei 18 giocatori che domenica sono partiti da Venezia con destinazione Abbazia, ridente centro dell’Istria e quartier generale della Nazionale Under 17 che da domani sarà impegnata nella prima delle partite della fase finale del campionato Europeo.

Gli azzurrini di Emiliano Bigica, infatti, sorteggiati nel Girone A, se la dovranno vedere proprio con i padroni di casa della Croazia. La partita, in programma alle 17.45 allo stadio Ruijevica di Rijeka (Fiume), sarà trasmessa in diretta su Eurosport 1. Ovvio che l’importante sarà partire con il piede giusto, anche perché sabato 6 maggio (Eurosport 1 ore 17.45) ci sarà la Spagna – che vanta grandi tradizioni a livello giovanile e non solo – a cercare di sbarrare la strada alla nostra rappresentativa che tornerà in campo martedì 9, a mezzogiorno, con la Turchia, una delle grandi sorprese della fase Elite.

Ci vorrà una Italia tosta, e con un Kean in grande spolvero, per superare il girone e qualificarsi per i quarti di finale a eliminazione diretta. Per regolamento, infatti, supereranno il turno le prime due di ognuno dei quattro gironi che poi, nella fase successiva, il 12 e 13 maggio, si giocheranno, oltre all’accesso alle semifinali, anche un posto per il campionato mondiale che quest’anno si disputerà in India dal 6 al 22 ottobre. Staccheranno il biglietto per la rassegna iridata le quattro semifinaliste più una quinta squadra che verrà scelta, tramite uno spareggio, tra le due migliori eliminate ai quarti. Spareggio in programma il 16 maggio, data scelta anche per le semifinali, mentre la finale resta fissata per il 19 maggio.

Gli azzurrini, comunque, sembrano in palla anche se, sabato scorso, al termine del raduno di Milano Marittima, sono riusciti a strappare solo un pareggio (1-1) nell’amichevole con i pari età della Berretti del Forlì. A segno per la nostra rappresentativa il palermitano D’Amico che, comunque, non farà parte dei 18 chiamati a difendere in Croazia i colori dell’Italia. Dall’elenco dei 24 giocatori che hanno duramente sgobbato in Romagna, sono rimasti a casa il portiere Gemello e il difensore Gilli del Toro, l’altro deifensore Lovato del Genoa, i centrocampisti D’Amico del Palermo e Gavioli dell’Inter e gli attaccanti Bianchi (Genoa) e Vigolo (Milan)

E’ miracolosamente riapparso, invece, Moise Kean dato in precarie condizioni fisiche dopo l’entrata-killer sulla caviglia rimediata il 22 marzo dopo appena mezz’ora dall’inizio della sfortunata partita con il Bruges al Torneo di Viareggio. Probabilmente anche per questo, in accordo con i dirigenti juventini, gli è stato risparmiato il ritiro di Milano Marittima, mentre è stato testato da Fabio Grosso, allenatore della Primavera bianconera, nella goleada di venerdì scorso con il Pescara, partita ininfluente per la qualificazione alle finali scudetto che i giovani juventini, primi nel loro girone, hanno già in cassaforte. Ebbene, il ragazzo dei record (primo millenial a esordire in A e poi in Champions League) ha risposto con disinvoltura al test ed è stato autore di 2 dei 5 gol con i quali è stata liquidata la pratica Pescara. Sembra, insomma, un giocatore ritrovato, soprattutto nel “mestiere” che sa fare meglio: il gol. Ed è questo che da speranza alla spedizione azzurra in Croazia.

L’ATTESA DI BIGICA

Chiaro che c’è un po’ di tensione e di emozione, ma i ragazzi hanno capito che devono convivere con questi sentimenti e che soprattutto è meglio essere qui a viverli che a casa davanti alla tv a guardare gli altri” spiega Emiliano Bigica alla vigilia dell’esordio della squadra azzurra Under 17 nelle finali del campionato Europeo di categoria. Il tecnico barese che, da calciatore, conobbe momenti di grande ispirazione quando ha guidato per quattro stagioni in A il centrocampo della Fiorentina, cerca di gettare acqua sul fuoco per collocare la partita di domani con la Croazia nelle sue giuste dimensioni.

E’ la prima di questo cammino finale – aggiunge Bigica – ma dobbiamo avere la consapevolezza di esserci meritati questo traguardo dopo aver giocato con molta autorevolezza nella fase Elite. La Croazia è una squadra ricca di buone individualità e non credo, trattandosi di un campionato giovanile, che l’ambiente possa avere una grande influenza. E’ una tappa, ripeto, una tappa importante anche nella crescita dei ragazzi, ma solo una tappa nella quale però dobbiamo mettere in campo tutte le nostre qualità“.

Anche perché dopo c’é la Spagna: “Spagna o qualsiasi altra squadra non conta. L’importante è l’esordio, l’importante è partire con il piede giusto, l’importante è che i ragazzi stanno tutti bene, anche se per il match con la Croazia potrò contare solo su 16 giocatori, visto che Bellanova e Pellegri devono scontare una giornata di squalifica“.

È pronto anche Kean dopo il brutto incidente al Viareggio: “Sì, sta bene e ha solo bisogno di giocare. Si è aggregato all’ultimo momento solo perché questo era l’accordo che avevo con Allegri e Grosso“.

Come giudicherebbe questa nazionale rispetto a quelle che l’hanno preceduta? “Non faccio paragoni. Dico solo che è una buona annata, ricca di giocatori di buona personalità e tecnica che, tra l’altro, sono cresciuti partita dopo partita, impegno dopo impegno, durante tutto il percorso che ci ha portati qui. Ecco, io chiedo loro di continuare su questa strada. Hanno i numeri per poterlo fare soprattutto se saranno in grado di giocare con molta spensieratezza“.

Ecco l’elenco completo dei convocati:

Portieri: Carnesecchi (AC Cesena), Ghidotti (ACF Fiorentina)

Difensori: Anzolin (Vicenza Calcio), Bellanova (AC Milan), Bellodi (AC Milan), Bettella (FC Internazionale), Campeol (AC Milan), Candela (Spezia Calcio)

Centrocampisti: Biancu (Cagliari Calcio), Caligara (Juventus FC), Nicolussi Caviglia (Juventus FC), Portanova (SS Lazio), Rizzo Pinna (Atalanta BC), Vignato (AC Chievo Verona), Visconti (FC Internazionale)

Attaccanti: Kean (Juventus FC), Merola (FC Internazionale), Pellegri (Genoa CFC)

Nello Morandi