Napoli forza 10, Chievo e Samp quasi in semifinale

Equilibrio e sorprese nella seconda giornata del “Beppe Viola”: si piegano le finaliste 2017 Atalanta e Partizan, sorprendono i veronesi

09 marzo 2018

Due giornate alle spalle, nessuna squadra a punteggio pieno: il 47° Trofeo Beppe Viola procede all’insegna dell’equilibrio, dello spettacolo e dei gol. Sono state 27 le marcature di venerdì 9 Marzo, con un travolgente Napoli a fare da trascinatore: pesantissimo il 10 a 0 inflitto ai padroni di casa dell’Arco, impotenti davanti alla riscossa degli azzurri, rimasti al palo all’esordio contro il Chievo. Proprio i veronesi rappresentano la grande sorpresa del torneo: i vicecampioni del 2016 hanno sconfitto in rimonta il Partizan, a sua volta vicecampione nel 2017, e si candidano ad un posto fra le magnifiche quattro semifinaliste.

Fa notizia anche lo stop dell’Atalanta contro la Sampdoria, che con il successo ai rigori di invola verso le semifinali: gli orobici sono ad un passo dall’abdicazione dopo due anni di regno al Beppe Viola. Vittorie per Roma (3-0 sul Bologna) e Lazio (2-1 sulla Rappresentativa Dilettanti), bel pareggio della Rappresentativa Trentino contro il Verona, mentre il Milan si ferma sullo 0-0 contro il Torino.

GLI INCONTRI

Nel Girone A c’era attesa per la sfida fra Atalanta e Sampdoria, entrambe brillanti all’esordio e in prima fila per l’accesso alle semifinali. L’incontro di Romarzollo non ha deluso le aspettative, con i campioni in carica dell’Atalanta a tenere il pallino del gioco per ampi tratti dell’incontro, ma poi condannati ad un pareggio che sa di sconfitta. Gli orobici non sono andati oltre l’1-1 nei regolamentari contro la Sampdoria: doriani in vantaggio nel primo tempo con Giuliano Maglie e raggiunti nella ripresa dall’ispiratissimo Diallo Amad Traore, autore di ben 4 reti nelle prime due giornate del Beppe Viola. La lotteria dei rigori, verosimilmente decisiva per l’accesso alle semifinali, ha visto prevalere la Sampdoria per 6-5 dopo l’errore decisivo di Kichi N’Da. Salvo improbabili capovolgimenti di scena, la formazione di Giovanni Bosi non potrà difendere il titolo conquistato negli ultimi due anni.

Nell’altro incontro del Girone A, la Lazio ha avuto la meglio – non senza fatica – sulla Rappresentativa Lega Nazionale Dilettanti. 2-1 il risultato per i capitolini, con le reti di Barba e Nicodemo, mentre Danilo Terranova ha accorciato le distanze nel finale per la LND. La classifica del Girone A vede in vetta la Sampdoria (4 punti) davanti ad Atalanta (4), Lazio (3) e LND (0).

Nel Girone B, il Milan non ha replicato l’esordio scoppiettante di ieri, venendo fermato sullo 0-0 dal Torino, e cedendo poi ai rigori per 4-3. I rossoneri possono recriminare per due marcature annullate per fuorigioco, con le immagini che lasciano almeno qualche dubbio sulle chiamate arbitrali. Non riesce però ad approfittarne il Verona, bloccato sull’1-1 a Via Pomerio dalla Rappresentativa Trentino: vantaggio scaligero con Nardi al 22°, pareggio dei trentini al 34° con il rigore trasformato da Rossi. Nella classifica del Gruppo B comanda il Milan con 4 punti davanti a Verona e Torino appaiate a 2, mentre la Rappresentativa Trentino ha raggranellato il primo punto.

La Roma si ritrova nel Girone C dopo il mezzo passo falso dell’esordio di Giovedì: secco il 3-0 ai danni del Bologna e primo posto in classifica, grazie alle reti di Barbarossa al 12°, Cangiano al 32° e Bucri al 55°. Nell’altro incontro del girone, nuovo pareggio per la Rappresentativa Lega Pro, questa volta per 1-1 contro i danesi del Brøndby, poi sconfitti dal dischetto (7-6). In classifica, dietro alla Roma con 4 punti seguono Bologna (3), Lega Pro (2) e Brøndby (1).

Scoppiettanti i due incontri del Girone D. Il Napoli ha ampiamente riscattato l’opaco 0-0 di Giovedì, infliggendo un sonoro 10-0 ai padroni di casa dell’Arco. Azzurri trascinati dalla tripletta firmata da Giuseppe Guadagni, dalle doppiette di Michael Fibiano, Lorenzo Sgarbi e Ciro Guadagni e dal gol di Nicola Gaeta. La grande sorpresa di giornata l’ha però firmata il Chievo, capace di rimontare e superare per 3-2 il Partizan finalista del 2017, ipotecando un posto nelle semifinali di domenica. Dopo il vantaggio Partizan nel primo tempo grazie al gol di Stanojlovic al 21°, la partita è diventata una vera e propria battaglia nella ripresa. Il Chievo ha trovato il pareggio con il rigore trasformato da Tuzzo al 39°, ma la gioia dei clivensi è durata lo spazio di un minuto per via della doppietta di Stanojlovic. Ma è proprio con le spalle al muro che il Chievo ha reagito con veemenza con uno spettacolare uno-due firmato Ibrahimi al 50° e al 63°. Veronesi in testa al girone D con 4 punti in compagnia del Napoli, mentre il Partizan (3 punti) precede il fanalino di coda Arco (0 punti).

I RISULTATI DELLA 2a GIORNATA

GIRONE A
Atalanta – Sampdoria 1-1 (Rigori: 5-6)
Lazio – Rappresentativa Dilettanti 2-1

GIRONE B
Hellas Verona – Rappresentativa Trentino 1-1 (Rigori: 3-2)
Milan – Torino 0-0 (Rigori: 3-4)

GIRONE C
Brøndby – Rappr. Lega Pro 1-1 (Rigori: 5-6)
Roma –  Bologna 3-0

GIRONE D
Napoli – USD Arco 10-0
ChievoVerona – Partizan 3-2

IL CALENDARIO DELLA 3a GIORNATA

(Tutti gli incontri in diretta streaming su PMG Sport e su questo sito)

SABATO 10 marzo 2018

Girone A – Campo di Mori
Ore 13.00  SAMPDORIA –  NAZIONALE DILETTANTI
Ore 15.15  ATALANTA – LAZIO

Girone B – Campo Riva del Garda, Varone
Ore 13.00  MILAN – VERONA
Ore 15.15  RAPPR. TRENTINO – TORINO

Girone C – Campo Arco, Romarzollo
Ore 13.00  BOLOGNA – RAPPR.LEGA PRO
Ore 15.15  BRONDBY – ROMA

Girone D – Campo Arco, Via Pomerio
Ore 13.00  CHIEVO – ARCO
Ore 15.15  PARTIZAN – NAPOLI