Napoli forza 10, Samp vicina alla semifinale

I partenopei riscattano il brutto esordio al Trofeo Beppe Viola rifilando dieci gol all’Arco. I campioni in carica dell’Atalanta piegati dalla Sampdoria ai rigori. Milan e Brondby non vanno oltre il pareggio con Torino e Lega Pro

09 marzo 2018

La seconda giornata del 47° Trofeo Beppe Viola si è aperta nel segno del Napoli che ha riscattato il deludente esordio contro il Chievo (0-0) rifilando sul campo di Varone dieci gol ai padroni di casa dell’USD Arco. In attesa dell’incontro delle 15.15 tra clivensi e Partizan Belgrado, la compagine partenopea è volata in testa al Girone D con 4 punti, trascinata dalla tripletta firmata da Giuseppe Guadagni, dalle doppiette di Michael Fibiano, Lorenzo Sgarbi e Ciro Guadagni e dal gol di Nicola Gaeta.

Pareggio che sa di sconfitta per l’Atalanta campione nelle ultime due edizioni. Gli orobici non sono andati oltre l’1-1 nei regolamentari contro la Sampdoria: doriani in vantaggio nel primo tempo con Giuliano Maglie e raggiunti nella ripresa dall’ispiratissimo Diallo Amad Traore, autore di ben 3 reti nelle prime due giornate del Beppe Viola. La lotteria dei rigori, verosimilmente decisiva per l’accesso alle semifinali, ha visto prevalere la Sampdoria per 6-5.

Pareggi anche per Milan e Brondby, rispettivamente 0-0 contro un coriaceo Torino (4-3 per i granata dopo i calci di rigore) e 1-1 contro la sorprendente Rappresentativa Lega Pro. Nell’incontro di Mori, i danesi, in vantaggio al 66° con Tijani Thomsen, sono stati raggiunti al 68° da Luca Moro che ha trasformato un calcio di rigore. Dopo la conclusione dei tempi regolamentari, i penalty hanno sorriso alla Rappresentativa Lega Pro.