Napoli mai domo, la Roma si ferma

La capolista del girone C battuta da un gol di Gaeta nel recupero (3-2). Vittorie sudate per le altre due leader Torino e Atalanta

22 gennaio 2018

Le squadre leader dei tre gironi non hanno brillato in questa seconda giornata del girone di ritorno del campionato italiano Under 17 di Serie A e B. Il Torino ha avuto bisogno di un calcio di rigore, al termine di un recupero inusitato, per avere ragione del Sassuolo, l’Atalanta, reduce da eclatanti goleade, ha dovuto rimontare e poi aspettare i secondi finali per battere in casa il coriaceo Cagliari, mentre la Roma è caduta in maniera abbastanza rocambolesca sul campo del Napoli.

La doppietta di Moreo (che, come detto, ha segnato il secondo gol su calcio di rigore al 48′!) ha comunque consentito al Toro di superare il Sassuolo (che aveva trovato il pari con Nucci al 37′ della ripresa) e allungare nel Girone A su una stralunata Juventus che, durante le vacanze, sembra avere perso quello smalto che le aveva consentito di arrivare alla pausa in testa al campionato. Dopo aver perso a Cremona, infatti, i giovani bianconeri non sono andati al di là del pari col il Carpi, squadra che sulla carta non avrebbe dovuto impensierirli, specialmente a Vinovo. Dopo essere passati in vantaggio con il difensore Adamoli (24′ pt) i ragazzi di Francesco Pedone hanno concesso troppo spazio agli ospiti che hanno pareggiato, dopo pochi minuti, con Giovannini e poi hanno chiuso la saracinesca. Non è stata una giornata di grande vena per gli attacchi, visto che la Fiorentina è stata fermata in casa dalla Cremonese (1-1 con gol del viola Servillo e pari del grigiorosso Scarpelli), stesso risultato anche tra Spezia e Pro Vercelli (liguri in vantaggio con Pisani e raggiunti da Cirigliano) e reti inviolate tra Empoli e Genoa. Importanti, invece, le reti di Pereira e De Rigo: la prima ha consentito al Novara di violare il campo della Samp, la seconda all’Entella di passare a Parma.

L’Atalanta, nel Girone B, ha continuato nella sua corsa anche se questa volta in maniera meno baldanzosa. Tutto merito di un irriverente Cagliari che si è presentato a Zingonia con l’intenzione di non recitare il ruolo della vittima designata. Gli isolani, infatti, sono passati per primi in vantaggio con Boccia al 17′ del primo tempo e si sono battuti alla pari con i nerazzurri anche dopo aver subito il pareggio di Milani una decina di minuti dopo. I rossoblù di Melis, infatti, hanno capitolato quando già avevano un piede sotto la doccia complice un gol di Mehic al 41′ della ripresa. Le milanesi, per ora, sembrano le uniche in grado di tenere il passo della Dea, sia pure a debita distanza. L’Inter ha maramaldeggiato col malcapitato Venezia che al Facchetti era addirittura passato in vantaggio con Vecchiato (12′ pt). Una doppietta di Esposito, a cavallo dei due tempi, quindi Vergani e Fonseca hanno dato al risultato proporzioni più consone a quelli che erano i valori in campo. Autoritario anche il successo del Milan sul campo della Lazio con i rossoneri che hanno messo le cose in chiaro ancora nel primo tempo con Sala e Tonin. Il derby emiliano va al Bologna che sbanca Ferrara con i centri di Portanova (rigore al 22′ del primo tempo) subito imitato da Rabbi, Inutile il gol spallino di Alessio. Il Cesena, dal canto suo, continua a tenersi agganciato alla zona play off battendo nettamente un pallido Hellas Verona con una doppietta di Zabre e una rete di Manara. Anche all’altra veronese, il Chievo, è andata male: con l’Udinese gli scledensi non hanno saputo sfruttare il fattore campo: 1 – 2. Nichele e Bertolini, infine, hanno firmato la bella vittoria in trasferta del Cittadella sul campo delle rondinelle bresciane.

Nel Girone C la Roma è incappata nella seconda sconfitta stagionale sul campo del Napoli al termine di una partita davvero rocambolesca. I partenopei, infatti, sono partiti a spron battuto e dopo nemmeno 10′ erano in vantaggio per 2 – 0 grazie a Sgarbi e Guadagnini. Nella ripresa la Roma rientrava in campo con il coltello tra i denti ed in 2′ trovava il pareggio con Coccia e Burri. Partenopei tramortiti? Nemmeno per sogno, visto che, in pieno recupero, trovavano con Gaeta l’affondo vincente. E’ franato invece il Crotone sul campo del Frosinone che ha chiuso la prima frazione di gioco addirittura in vantaggio di 3 gol (Altobello e due volte Antonellis). I calabresi, nella ripresa, riducevano le distanze con Filosa, ma i ciociari replicavano con Menegot e Merola. Bomber Buonavoglia trascina l’Ascoli ad una perentoria vittoria a Terni (4-1), mentre il Bari è sfortunato a Salerno. I galletti, infatti, dopo aver rimontato con Caruso e Maselli al vantaggio dei padroni di casa (Panzavolta al 30′ pt), sono stati raggiunti nel finale da Pisano. Il Benevento continua a marciare a pieno regime e sbanca con Mancino il campo del Pescara, impresa che riesce anche al Palermo (Romeo e Prestigiacomo) sul terreno del fanalino di coda Avellino. Foggia e Perugia, infine, non si fanno male e all’iniziale vantaggio dei satanelli (Cucci al 31′ pt) gli umbri hanno risposto immediatamente con Corsi.

I RISULTATI (15^ giornata – 2^ di ritorno)

GIRONE A: Juventus – Carpi 1 – 1, Fiorentina – Cremonese 1 – 1, Empoli – Genoa 0 – 0, Spezia – Pro Vercelli 1 – 1, Novara – Sampdoria 1 – 0, Torino – Sassuolo 2 – 1, Parma – Virtus Entella 0 – 1.

Classifica: Torino 37, Juventus 33, Genoa e Sampdoria 28, Novara 27, Fiorentina 26, Sassuolo 20, Cremonese 19, Empoli e Carpi 17, Virtus Entella e Spezia 14, Parma e Pro Vercelli 7.

GIRONE B: Spal – Bologna 1 – 2, Atalanta – Cagliari 2 – 1, Brescia – Cittadella 0 – 2, Cesena – Hellas Verona 3 – 0, Lazio – Milan 0 – 2, Chievo Verona – Udinese 1 – 2, Inter – Venezia 4 – 1.

Classifica: Atalanta 42, Inter 32, Milan 31, Cesena 29, Cagliari 28, Bologna 27, Chievo Verona 22, Udinese 20, Lazio 16, Hellas Verona 15, Cittadella 12, Brescia e Spal 7, Venezia 3.

GIRONE C: Ternana – Ascoli Picchio 1 – 4, Salernitana – Bari 2 – 2, Delfino Pescara  Benevento 0 – 1, Avellino – Città di Palermo 1 – 2, Frosinone – Crotone 5 – 1, Foggia – Perugia 1 – 1, Napoli – Roma 3 – 2.

Classifica: Roma 35, Benevento 29, Ascoli Picchio e Napoli 28, Frosinone 27, Crotone 22, Perugia 21, Città di Palermo 20, Salernitana 19, Bari 18, Ternana 15, Foggia e Delfino Pescara 13, Avellino 6.

Nello Morandi