Playoff: harakiri Napoli, Novara in semifinale

Partenopei rimontati e sconfitti in casa nel primo turno, che ha visto invece il Benevento battere il Cagliari

06 maggio 2018

Saranno il Benevento e, a sorpresa, il Novara a sfidare, rispettivamente, le vincenti di Genoa-Frosinone e di Milan-Sampdoria, gli altri due quarti di finale dei play off – scudetto Under 17 rinviati al 20 maggio perché sia grifoni che rossoneri hanno giocatori, due a testa, convocati con la Nazionale di categoria impegnata in Inghilterra nella fase finale dell’Europeo. Più in particolare il Ct Nunziata ha chiamato il portiere Russo e il centrocampista Rovella del Genoa, il difensore Barazzetta e la punta Colombo del Milan.

Tornando al calcio giocato, il Benevento ha dimostrato di aver superato in fretta la delusione di aver perso il secondo posto in classifica, a lungo detenuto alle spalle della Roma, proprio all’ultima giornata. La squadra di Bovienzo, pur senza strafare e con il bomber Dublino in giornata di scarsa vena, ha avuto la meglio di misura su un Cagliari mai domo che ha messo a dura prova la tradizionale solidità della difesa sannita. Il gol vittoria è stato messo a segno da Peluso che al 31′ incornava con perfetta scelta di tempo un assist di Di Ronza.

La reazione del Cagliari è culminata in una iniziativa del vivacissimo Contini che, al 59′, si vedeva respinta sulla linea dal difensore De Siena una sua conclusione a botta sicura.

A Napoli, invece, è successo quello che pochi s’aspettavano, specialmente dopo che i partenopei, al 15′ della ripresa, erano riusciti a passare in vantaggio grazie ad un calcio di rigore procurato e trasformato da Labriola.

Il gol, però, non ha fatto bene ai ragazzi di Chianese che hanno cominciato a perdere terreno e a difendere troppo basso tanto da subire, appena 3′ dopo, il pari di Paroutis innescato da Beretta.

La panchina del Napoli protestava perché i novaresi hanno continuato l’azione nonostante vi fosse un giocatore a terra ed il nervosismo è stato per loro una pessima compagnia. In pieno recupero, infatti, Mariani sbagliava la misura di un retropassaggio al portiere Zagari, Zunno piombava come un falco sulla palla ma veniva atterrato. Rigore indiscutibile che lo stesso Zunno trasformava consentendo al Novara di continuare a sognare.

Nello Morandi