Sampdoria sempre più su: ora è terza

Continua la scalata dei blucerchiati, ora alle spalle di Toro e Juve nel girone A dopo la vittoria di misura sul Sassuolo. Nel "B" l'Inter espugna Cagliari, nel "C" la Roma batte la Ternana

29 gennaio 2018

Approfittando di una Juventus in caduta libera, il Torino stravince il derby e prende il largo nel Girone A del Campionato italiano Under 17 di A e B. Ferma l’Atalanta, capolista del Girone B (la partita col Milan, impegnato a Doha nell’Allkass International Cup, si recupererà l’8 febbraio), l’Inter ne approfitta per accorciare simbolicamente le distanze passando alla grande sul non facile campo del Cagliari. Nel Girone C, scontata la vittoria della capolista Roma, inattesa la battuta d’arresto del Napoli a Perugia e inaudita la sconfitta casalinga del Frosinone con il fanalino di coda Avellino.

Bianconeri irriconoscibili (un punto in tre partite dopo la sosta) a Grugliasco nel derby in trasferta contro il Toro. Dopo un primo tempo chiuso in parità (al gol del granata Kone ha risposto Sterrantino), la Juve ha evidentemente dimenticato negli spogliatoi l’anima di una vera squadra ed è stata trafitta tre volte. Subito in apertura da Montenegro e poi da una doppietta di Del Bianco. Tengono il passo del Torino, sia pure a debita distanza, la Samp, che espugna il campo del Sassuolo con Yayi Mpie, e la Fiorentina che, con i centri di Pierozzi e Kukovec, coglie il bottino pieno in casa del Carpi. Un gol per tempo di Vianni consente all’Entella di ricacciare l’Empoli a casa con le ossa rotte, mentre l’importante sfida tra Genoa e Novara, che ancora aspirano ad un posto nei play off, si è decisa nella ripresa: botta del novarese Parontis e risposta, su rigore, del rossoblù Rovella. Da segnalare il franco successo della Cremonese sullo Spezia tornato in riva al Tirreno con tre gol sul groppone (Rapisarda, Bingo e Sow).

Nel Girone B, orfano del big match tra Atalanta e Milan, spicca la vittoria dell’Inter a Cagliari sia per le proporzioni che per il fatto di aver espugnato un campo (solo l’Atalanta vi era riuscita in precedenza) dove gli isolani hanno conquistato ben 19 sui 24 punti a disposizione. A decidere la gara è stato l’avvio fulmineo dei nerazzurri, in vantaggio già al 1′ con bomber Vergani, imitato al 9′ da Fonseca. Sotto di due reti per il Cagliari, a parte qualche sussulto d’orgoglio, non c’è stato più niente da fare, tanto che Fonseca, su rigore, ha dato al risultato proporzioni ancor più vistose nel finale del match. Di reagire – eccome ! – è invece stato capace il Bologna che forse ha sottovalutato l’impegno casalingo con la Lazio. E così i romani sono andati al riposo in vantaggio grazie ad un centro di Scaffidi e, nella ripresa, hanno trovato il raddoppio con Armini al 30′ contro una squadra felsinea stralunata e ridotta in 10 per l’espulsione di Djwomo Adusa. Partita chiusa? Nemmeno per sogno, perché con Rabbo e Pilastro i ragazzi di Magnani riuscivano ad acciuffare un punto ormai del tutto insperato. Sensibile e Doumbouya Fode consentono al Brescia di violare il campo del sempre più sinistrato Venezia, mentre il Cesena continua a frequentare i quartieri alti grazie ai 3 punti conquistati sabato nell’anticipo a Cittadella. 3 – 1 per i romagnoli il risultato finale maturato nella ripresa grazie ad una doppietta di Zabre, dopo che il primo tempo si era chiuso sull’1 a 1 grazie ai centri del cesenate Manara e di Rumiz. Continua il calvario dell’Hellas Verona che però a Udine, pur sconfitto per 1 a 0 (Lirussi al 35 del primo tempo), ha dato segni di ripresa. Di misura, invece, il successo dei cugini del Chievo ai quali è bastato un gol di Ravaglia per avere ragione della Spal.

Apriamo una parentesi sul Milan, un habitué dell’Allkass di Doha, per ricordare che i giovani rossoneri non si stanno comportando come altre volte. Dopo aver vinto il match d’esordio con i marocchini del Wydad (1-0, gol di Corti), i ragazzi di Baldo sono stati sconfitti (2-0) dall’Esperance di Tunisi e poi, ai quarti, sono stati travolti per 6 – 0 dal Benfica che li ha declassati alla conquista di un posto tra il 5° e l’8° dove ne hanno presi 4 dal Real. Una spedizione da dimenticare in fretta, insomma.

Quando vede i colori del Frosinone – siamo passati al Girone C – l’Avellino si scatena. Basti pensare che degli appena 9 punti che vantano in classifica gli irpini ne hanno conquistato ben 6 con i ciociari. 1 – 0 all’andata e 2 – 1, in rimonta, a “La Selvotta” di Supino, tana dei ragazzi di Marsella. Infatti al calcio di rigore trasformato da Altobello, l’Avellino ha risposto nella ripresa in maniera inaspettata con una doppietta di Coiro (17′ e 32′). Dopo l’impresa compiuto con la Roma, il Napoli non è stato capace di ripetersi a Perugia dove gli umbri hanno fatto valere il fattore campo andando in gol con Fratini (rigore) e Metelli prima che i partenopei cercassero di reagire con Giliberti. Chierico e Cangiano hanno invece riportato al successo la capolista Roma pur protagonista di una partita non memorabile con la Ternana. Il Benevento, invece, non è più una sorpresa. Il 3 – 0 alla Salernitana (doppio Sanogo e Dublino) lo mantiene al secondo posto in classifica a – 6 dai giallorossi. 1 – 1 tra Crotone e Bari che evitano di farsi del male, mentre il Foggia affonda a Palermo che fa festa con De Stefano, Romeo e Correnti. Senza strafare, ma perdendo pochi colpi, si mantiene in alto anche l’Ascoli che ha regolato per 2 – 1 un Pescara che ha reagito con Napoletano alle reti di Alessandretti e Gega quando era ormai troppo tardi.

I RISULTATI (16^ giornata – 3^ di ritorno)

GIRONE A: Virtus Entella – Empoli 2 – 0, Carpi – Fiorentina 1 – 2, Torino – Juventus 4 – 1, Genoa – Novara 1 – 1, Pro Vercelli – Parma 1 – 1, Sassuolo – Sampdoria 0 – 1, Cremonese – Spezia 3 – 0.

Classifica: Torino 40, Juventus 33, Sampdoria 31, Fiorentina e Genoa 29, Novara 28, Cremonese 22, Sassuolo 20, Virtus Entella 18, Carpi 15, Spezia 14, Parma 9, Pro Vercelli 8.

GIRONE B: Atalanta – Milan (rinviata all’8 febbraio), Venezia – Brescia 0 – 2, Cittadella – Cesena 1- 3, Udinese – Hellas Verona 1 – 0, Cagliari – Inter 0 – 3, Bologna – Lazio 2 – 2, Chievo Verona – Spal 1 – 0.

Classifica: *Atalanta 42, Inter 35, Cesena 32, *Milan 31, Bologna e Cagliari 28, Udinese 26, Chievo Verona 25, Lazio 17, Hellas Verona 15, Cittadella 12, Brescia 10, Spal 7, Venezia 3.

*) una partita in meno

GIRONE C: Frosinone – Avellino 1 – 2, Crotone – Bari 1 – 1, Ascoli Picchio – Delfino Pescara 2 – 1, Città di Palermo – Foggia 3 – 0, Perugia – Napoli 2 – 1, Benevento – Salernitana 3 – 0, Roma – Ternana 2 – 0.

Classifica: Roma 38, Benevento 32, Ascoli Picchio 31, Napoli 28, Frosinone 27, Perugia 24, Città di Palermo e Crotone 23, Bari e Salernitana 19, Ternana 15, Foggia e Delfino Pescara 13, Avellino 9.

Nello Morandi

Credits foto: Uc Sampdoria