Atalanta e Roma con un piede in semifinale

Nell'andata dei quarti dei playoff, battute nettamente Juventus e Milan. Grande equilibrio nel testa a testa fra Genoa e Inter, successo di misura per la Fiorentina sul Napoli

03 giugno 2019

Atalanta e Roma hanno praticamente in tasca le semifinali del Campionato italiano Under 17 di A e B, dopo aver nettamente battuto nella partita di andata l’avversario di turno: la Juventus per la Dea ed il Milan per la Roma.

Tutto da decidere invece tra Genoa e Inter, terminata sul punteggio di 1 – 1, e FiorentinaNapoli. I viola si sono imposto per 1 – 0, ma non sappiamo se domenica a Napoli questo risicato vantaggio sarà sufficiente per passare.

Per i bianconeri juventini Zingonia, sede del centro sportivo dell’Atalanta, è proprio tabù. Lo scorso anno furono battuti per 3 – 0, quest’anno, nonostante gli sbandierati propositi di riscatto, ne hanno presi 4. Una partita che praticamente i ragazzi di Pedone hanno giocato sempre in rincorsa, visto che dopo poco più di 10′ erano già sotto di due gol. Pronti, via e segnava subito il centravanti Repa, poi imitato da Faye. L’Atalanta sembrava paga del doppio vantaggio quando, nel finale del secondo tempo si scatenava Traore (fratello del giocatore dell’Empoli e titolare della Primavera bergamasca) che metteva a segno altre 2 reti tra il 32′ e il 41′.

Anche il Milan non è messo meglio, visto che i lupetti romanisti hanno violato il Vismara con un risultato che non ammette repliche: 3-1. I giallorossi spezzavano l’equilibrio della partita al 21′ con Agostinelli e raddoppiavano al 32′ con Tomassini. Di Gesù accorciava la distanza al 57′, ma stavolta non riusciva a fare il miracolo come accaduto nel turno precedente con il Benevento, tanto che al 65′ la Roma calava il tris con Travaglini. Come dire che a Trigoria i rossoneri avranno bisogno di un miracolo.

La Fiorentina, invece, a Napoli avrà bisogno di una condotta di gara intelligente e non dovrà certo fare le barricate per tesaurizzare il gol di Silvestri che, dopo appena 8′, ha violato la porta partenopea con una bomba dalla distanza.

Finale giallo, invece, tra Genoa e Inter, con i rossoblù che solo al 90′ riuscivano a tesaurizzare il sostanziale predominio esercitato per tutta la partita. Era il subentrato Zanoli a violare la porta interista con un magistrale calcio di punizione. Fatta? No, nell’ultimo dei 5′ di recupero il portiere genoano ribatteva un tiro di Esposito ma, sulla ribattuta, si avventava Casadei per insaccare il gol di un ormai insperato pareggio.

Nello Morandi